IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cannabis a fini terapeutici: il sì della Liguria

Liguria. “Approvato nuova legge ‪#‎Cannabis‬ a fini terapeutici. Opportunità attesa molto da tanti pazienti affetti da patologie dolorose e complesse”.

L’annuncio, in tempo reale, arriva dal profilo Facebook dell’assessore regionale allo Sport, Matteo Rossi, già firmatario insieme all’ex collega di Sel, Stefano Quaini, della proposta di legge sull’erogazione dei farmaci cannabinoidi nella terapia del dolore, a prova di contestazione. La precedente, già presentata in passato, era stata infatti “bocciata” in alcuni punti a livello governativo oltre che da una sentenza della Corte Costituzionale.

Oggi lo sbarco in consiglio regionale e il voto: 22 voti sì della maggioranza e 5 astenuti tra i banchi dell’opposizione. La legge sarà pubblicata sul bollettino ufficiale regionale ligure e sarà attiva dopo 60 giorni. Da ottobre, cioè, per i medici liguri sarà possibile prescrivere farmaci cannabinoidi in maniera molto più semplice e uniforme sul territorio, così come succede in Toscana, Veneto, Puglia.

Soddisfatti i proponenti per quello che è considerato “un decisivo passo in avanti”, oltreché “una risposta molto attesa” nella lotta alle patologie che presentano dolore”, utile anche per una vasta gamma di malattie neurologiche o in altre situazioni cliniche, come il vomito indotto dalla chemioterapia o il glaucoma.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da notorious

    La morfina, come altri oppiacei ben più “dannosi” a livello sociale sono nella stupefacente tabella come i cannabinoidi, ma si usano indiscriminatamente anche su minorenni come analgesici.
    Uso e abuso di di farmaci e bibite è un fenomeno che si ripete dalla notte dei tempi, Leggi o no. Ma le leggi nazionali non sono subordinate a quelle europee e alle direttive O.N.U:?Cerchiamo di essere onesti e coerenti con la gente, al di là del paraocchi messo dal ministero.

  2. Scritto da notorious

    Detta così, @Bandito, pare pura provocazione/disinformazione.
    Non si tratta di cannabis così com’è ma di farmacoderivati utilizzati per ben altro che il male al dito. Per quello prova a tenerlo al caldo/umido. dovrebbe passare.

  3. Scritto da simo83esse

    Come vuole dimostrare il nostro “amico ” bandito vi è ancora molta ignoranza sull argomento…..

  4. Scritto da El Rey del Mundo

    Dato il largo uso soprattutto per fini NON terapeutici non vedo dove stia il problema a somministrarla ai malati che in buona parte l’assumono già per conto loro nella vita privata.
    Dai 12 agli 80 anni.

  5. Scritto da Biagio MURGIA

    Ma le Leggi regionali, non sono subordinate a quelle nazionali??? Come fa la Liguria a votare una Legge che quella nazionale NON prevede?????