IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Calizzano, 17enne trovato impiccato: una nota sullo smartphone all’esame degli inquirenti

Più informazioni su

Calizzano. Nessuna avvisaglia preoccupante, nessuna minaccia di suicidio o sindrome depressiva ha anticipato la tragica fine del 17enne che si è impiccato durante la notte di Ferragosto, al rientro di una festa trascorsa con amici.

Il ragazzo avrebbe raggiunto la maggiore età fra pochi mesi. Il suo corpo è stato rinvenuto in un casolare nella campagna di Calizzano, sede dell’attività commerciale dei genitori che hanno riferito come il giovane non abbia mai manifestato propositi suicidi.

Sullo smartphone del 17enne è stata trovata una nota dalla quale si potrebbero evincere le ragioni del gesto. Si cerca di capire cosa sia accaduto, di particolare, nella notte ferragostana. Il cellulare all’esame degli inquirenti e della Procura, che mantengono il più stretto riserbo sulla vicenda.

Sgomento è la parola che descrive lo stato d’animo di amici, compagni, conoscenti e professori di fronte alla tragica morte dello studente 17enne, prossimo a completare il ciclo di studi in un istituto professionale.

“Non ci sono parole per descrivere quanto dolore sto provando, mi mancherai, ti voglio bene angioletto”. “Non riesco a capacitarmene. A realizzare che non ti vedrò più. Ho in mente la tua immagine di ieri sera con quel sorrisone, mentre ballavamo e cantavamo… Poi pensare a cosa è successo… Tutto il dolore, le lacrime in questo giorno che dovrebbe essere di festa. Eri meraviglioso e ti ricorderemo cosi. Ciao piccino”. “Se penso alle risate che ci siamo fatti… il tuo modo di fare che solo a sentirti parlare facevi ridere. Sei stato un grande amico, un grande compagno di banco e un grande ragazzo”. Questi alcuni messaggi dei compagni e amici del ragazzo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. folgore
    Scritto da folgore

    Non riesco a capire una cosa però, se un ragazzo si suicida apparentemente per il disagio di fronte alla separazione dei genitori, che spesso, non parlo di questo caso, non pensano al dolore che possono arrecare ai figli, nessuno ne parla nè tg regionali nè tg nazionali.
    Se un ragazzo si getta dal balcone perchè omosessuale non compreso prima pagina su tutti i quotidiani nazionali.
    Ma il disagio non dovrebbe essere uguale per tutti e con pari dignità?!

  2. Scritto da mrscultz

    Scavate, scavate bene amici e parenti del povero ragazzo e troverete la risposta…i giorni di festa non sono scelti a caso da chi vuole compiere l’ultimo gesto, ma per farsi ricordare….un motivo c’è sempre, purtroppo…