IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Beatrice Lorenzin in visita a Genova: lunedì incontro con il gruppo consiliare del Pdl

Regione. Su richiesta del capogruppo Marco Melgrati e del vicepresidente della III Commissione Sanità Matteo Rosso, il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin incontrerà il gruppo consiliare del Pdl in occasione della sua visita a Genova.

L’incontro è stato fissato per lunedì 2 settembre alle ore 17,30 presso la sala delle riunioni al primo piano, sede degli uffici del gruppo regionale del Pdl.

All’ordine del giorno del tavolo di lavoro i temi di carattere regionale tra cui l’Ist, il finanziamento al Gaslini per la ricerca e i finanziamenti per il nuovo Galliera, la ripartizione nella conferenza Stato-Regione della quota capitaria relativa alla pesatura degli anziani.

La Liguria è una delle regioni più “vecchie” con la presenza di un numero altissimo di anziani che sono aumentati, soprattutto in inverno, da quelli che da altre regioni, soprattutto Lombardia e Piemonte, scelgono la Liguria per il clima mite. Come peraltro d’estate il numero degli assistiti cresce in maniera esponenziale, soprattutto nei pronto soccorso e nei punti di primo intervento, stante la presenza dei turisti per la stagione balneare.

“Scendendo nello specifico delle Province – dichiarano Melgrati e Rosso -, chiederemo al Ministro se è a conoscenza dell’operazione che dovrebbe vedere la ristrutturazione dell’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure, con la costruzione di un nuovo monoblocco e l’alienazione immobiliare con il cambio di destinazione d’uso dei vecchi padiglioni per fare cassa, e soprattutto se è normale che una Regione abbia trasformato quattro pronto soccorso in punti di primo intervento senza approvare in Consiglio regionale la riorganizzazione del servizio delle emergenze sanitarie, previsto per legge”.

“Ricorderemo al Ministro – proseguono – che i pronto soccorso di Cairo Montenotte e Albenga in Provincia di Savona sono stati declassati e ad ottobre sarà passato un anno dalla scadenza del termine indicato dalla Giunta regionale per l’approvazione di un provvedimento che non può essere, come è stato, di competenza e responsabilità del direttore generale dell’Asl2, come di quelli delle altre Asl (Imperia e Genova). Chiederemo poi al Ministro che cosa ne pensa dell’utilizzo del point of care da parte del personale infermieristico, introdotto al PPI dell’Ospedale di Albenga, senza l’assistenza di tecnici di laboratorio, prevista dai tribunali che se ne sono occupati in altre parti d’Italia”.

“Chiederemo al Ministro Beatrice Lorenzin – aggiungono Melgrati e Rosso – di approfondire una tematica che desta incertezza e preoccupazione nella popolazione dell’Imperiese in relazione al nuovo grande ospedale di Arma di Taggia, che dovrebbe diventare un riferimento importante con un DEA di secondo livello per il territorio in relazione al finanziamento e ai tempi per la sua costruzione. Nel frattempo si vuole evitare lo smantellamento delle tre strutture esistenti che la regione sta lentamente operando, rischiando di creare un grave disservizio agli abitanti della Provincia di Imperia con fughe nel basso Piemonte e nella vicina Francia”.

“In relazione al territori della provincia della Spezia siamo in attesa dell’accordo di programma definitivo per il nuovo ospedale del Felettino di La Spezia. Chiediamo al Ministro – concludono – certezze circa il finanziamento per la quota nazionale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.