IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio, box interrati: petizione contro i progetti dell’amministrazione Canepa

Alassio. Si solleva il fronte del no alassino contro i box interrati al Tennis Club Hanbury e Piazza Stalla. E’ in corso una petizione contraria all’idea dell’amministrazione del sindaco Enzo Canepa.

Anche il WWF Savona tra i promotori, insieme a Italia Nostra, associazioni e comitati: “Ci dichiariamo totalmente contrari a questi progetti di ulteriore cementificazione nella città . L’ultima cosa di cui la turistica Alassio ha bisogno è un’altra ‘ondata’ di seghe a motore, alberi abbattuti, ruspe, scavatrici, sbancamenti, betoniere, centinaia di viaggi di camion in pieno centro, polveri, rumori, ‘ingorghi da cantiere’ ecc”.

“Faremo tutto quanto in nostro potere per bloccare di nuovo questi progetti cementificatori. Con ogni mezzo razionale, giuridico e costituzionale. Alassio va rispettata, valorizzata e amata. Per noi cittadini, per i nostri turisti e soprattutto per le generazioni future” conclude il WWF.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Queste associazioni dovrebbero reggersi esclusivamente con fondi derivati da elargizioni spontanee dei cittadini.
    .
    Nel tempo queste associazioni hanno perso ogni forma di utilità per la gente …
    .
    Parlando di box interrati …
    .
    Questi sono oggetti di lusso da tassare pesantemente … Non rispondono ad esigenze della comunità ma solo ad esigenze di chi vuol entrare in possesso di un magazzinetto.
    .
    Oltre ad una pesante tassazione bisognerebbe programmare una serie di interventi atti ad evitare l’utilizzo di questi spazi per qualcosa di diverso dal parcheggio di vetture
    (ad Alb…..la i box sono stati convertiti in negozietti … spero solo che si arrivi ad eliminare la prescrizione per i reati commessi da amministratori pubblici …)
    .
    Ciò che andrebbe favorito anche con finanziamenti a fondo perso è la realizzazione di posti auto interrati ed automatizzati … Senza persone a bordo …..
    Nello spazio di un box possono trovare sistemazione dalle quattro alle sei vetture …
    Far sparire le vetture dalla strada … Questo si che è interesse della popolazione.

  2. Scritto da Biagio MURGIA

    L’importante è che gli eventuali risarcimenti e danni a chi ha diritto, siano pagati dal WWF e dalle opposizioni della giunta. Siamo stufi di dover pagare noi cittadini per errori dell’amministrazione (dicasi AVOGADRO che ha gettato nella pattumiera più di 300 mila euro per il cambiamento di direzione di marcia di via Dante, 18 mila euro per il ricorso al TAR vinto dalla società esclusa dal bando per l’assegnazione delle s.l.a. ecc. ) ora non vorrei che la gente di Alassio dovesse pagare risarcimenti milionari a quello del tennis club e alla ditta che ha già vinto l’appalto per i box in piazza Stalla. Pagateli voi i danni.