IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Finalborgo torna il Viaggio nel Medioevo: tuffo nella storia da giovedì

Finalborgo. Ritorna Viaggio nel Medioevo, manifestazione che nella scorsa edizione ha contato circa 70.000 presenze. L’Associazione Centro Storico del Finale opera per salvaguardare il patrimonio storico-culturale del borgo, attraverso studi, ricerche, convegni, pubblicazioni, eventi spettacolari, e così, dal 22 al 25 agosto, dà vita a Viaggio nel Medioevo – Viagem Medieval in collaborazione con la Compagnia Viv’Arte di Oliveira do Bairro (Portogallo).

Cavalieri, mercenari, giullari, arcieri, mangiafuoco, saltimbanchi e musici arriveranno da molte parti d’Europa, per rendere onore alla terra del Marchese Giovanni del Carretto, che in una sola notte riconquistò il Borgo e pose fine alla guerra contro la potente repubblica di Genova, come narra il cronista storico Gian Mario Filelfo nel tomo “Bellum Finariensi” (la Guerra del Finale), che è la fonte principale da cui l’Associazione “Centro Storico del Finale” trae gli spunti per rievocare le vicende finalesi. Un evento culturale verrà proprio allestito presso l’Auditorium di Santa Caterina. Nell’ambito del settimo Workshop sulla Storia del Finale, oltre alle Novità Librarie 2012/2013 venerdì 23 alle ore 18.00, si potrà partecipare alla presentazione del nuovo volume Gli statuti trecenteschi di Finale: Il Liber Capitulorum e il Tractatus Gabellarum e sabato 24 sempre alle ore 18.00 alla presentazione del libro La Biblioteca di Alfonso II del Carretto Marchese di Finale – Libri tra Vienna e la Liguria nel XVI secolo.

La manifestazione prevede, inoltre, la ricostruzione di botteghe e locande popolate di avventori in costume, con strade e piazze animate da dame e cavalieri, concerti di musica celtica-medievale, spettacoli di giullari, giocolieri, mangiafuoco, esibizioni di rapaci, tornei a cavallo, giochi, torture e storia dal vivo in modo da riprodurre il XV secolo, epoca nel quale il marchesato del Finale, governato dai Del Carretto, visse il suo periodo di maggior fulgore. I commercianti e gli artigiani del paese hanno colto lo spirito della festa medievale e così nei quattro giorni rifioriscono antiche botteghe e accettano il Finarino, la moneta del Marchesato del Finale. Viaggio nel Medioevo è una manifestazione multilingue, un crogiolo di culture diverse, di arti, mestieri, musiche e danze. Colori e profumi antichi si mescolano nel Mercato Iberico, mentre in piazza Aicardi, nascono Taverne dove i ristoratori si trasformano in antichi osti, per rifocillare i viandanti con ricette nobili e piatti popolari. Nella Piazza del Tribunale, rinominata per l’occasione “Piazza dei portoghesi”, ogni curioso turista può stare al fianco del Capitano di Ventura galiziano, o del rozzo mercenario giunto dal nord, o divertirsi con folli e saltimbanchi. Nella splendida cornice dei Chiostri di Santa Caterina, invece, si può trovare la Locanda dei Cavalieri, dove l’immancabile e impeccabile cena medievale, curata in ogni dettaglio, viene servita dai Paggi del Marchese.

Il tutto sovrastato dal monumento simbolo della cittadina: il Castel Gavone con la Torre dei Diamanti. Intanto, i cavalieri si cimentano in giostre di spada e tornei a cavallo per contendersi il pegno di una dama. Nella piazza di Santa Caterina, ininterrotti spettacoli di acrobati, giullari e musici. Mentre streghe, lebbrosi, mendicanti, indemoniati e prelati sono interpretati dai figuranti-attori della sezione di Laboratorio Teatrale del Centro Storico del Finale che interagiscono con artisti giunti da tutta Europa. Cosi prende vita un mix di linguaggi tra lo spagnolo, il catalano, il portoghese, il francese e l’italiano che, abbattendo ogni barriera linguistica, ricrea una moderna “lingua d’Oc”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.