Cronaca

Vado, ruba borsetta alla cliente di un bar ma viene inseguito e arrestato: romeno condannato a 2 anni

Savona Tribunale

Vado L. Tenta di rubare la borsetta di una signora seduta ai tavolini di un bar, ma viene inseguito e bloccato dagli altri clienti. Quello andato in scena a Vado Ligure, fuori da un locale del lungomare, è un copione già visto: il ladro addocchia alcune borse appoggiate sulla sedia vicino ad una signora, ne afferra una, ma viene visto dalla proprietaria che si mette ad urlare e impedisce la fuga del malvivente. Così per T.v., romeno di 25 anni, residente a Massimino ma domiciliato nel cunese nell’ultimo periodo, è scattato l’arresto per rapina impropria.

Questa mattina l’uomo è stato processato per direttissima e in aula è stato ricostruito quanto accaduto sabato sera a Vado: T.V. ha visto una signora pagare alla cassa del bar e, notando che nel portafogli aveva molti contanti, ha pensato di portarle via la borsetta. Quando la cliente si è seduta ad un tavolino ed ha appoggiato la borsa sopra una sedia il romeno ha cercato di rubarla, ma la donna l’ha afferrata a sua volta. Ne è nato un breve “tira e molla” con il ladro che ha poi mollato la presa riuscendo però a prendere una seconda borsetta appoggiata vicino al tavolo. La signora ha subito urlato per chiedere aiuto e T.V., inseguito da alcuni clienti del bar, ha interrotto la fuga. Nel frattempo è intervenuta una pattuglia del 112 che lo ha arrestato.

Stamattina il romeno, che in aula si è scusato per il suo gesto, ha patteggiato due anni di reclusione. Il giudice, considerato anche che l’uomo ha un lavoro, gli ha concesso la sospensione condizionale della pena.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.