Simone Aresti, la prima intervista dopo l'addio: "Tornerò in vacanza a Savona". E, intanto, spuntano Reggiana e Carpi (Serie B) - IVG.it
Sport

Simone Aresti, la prima intervista dopo l’addio: “Tornerò in vacanza a Savona”. E, intanto, spuntano Reggiana e Carpi (Serie B)

Savona Calcio - salvezza raggiunta

Savona. Dopo l’annuncio dato sul proprio profilo “facebook” Simone Aresti, raggiunto stamattina al telefono nella sua terra natia, parla in anteprima e racconta il suo rapporto con la città e gli aneddoti di due anni vissuti ad alta intensità passando dalle giornate in Tribunale fino alla grande festa del maggio scorso.

“Sono stati due anni splendidi – attacca il portiere – Nel bene e nel male sono state situazioni che mi hanno fatto crescere. Abbiamo dimostrato di essere uomini veri; mi è sembrato di essere a casa con le persone e sicuramente ci tornerò per le vacanze – dice con emozione ed aggiunge –  Ieri ho voluto anticipare l’annuncio per essere corretti con i tifosi, mi sarebbe dispiaciuto se l’avessero saputo in modo diverso”.

A sorpresa, per il futuro di Simone Aresti –  oltre ai nomi circolati finora, Cremonese e Frosinone su tutte – spuntano società del calibro di Reggiana e di Carpi, neopromossa in B: “Nelle prossime ore si deciderà il mio futuro – ammette l’estremo sardo – Savona sicuramente rappresenta per me un trampolino di lancio visto che ero arrivato in città dopo una stagione di inattività”.

Con l’annuncio di ieri si chiude un rapporto professionale ma non umano: “ Sono stato sommerso dalle dimostrazioni di affetto nei miei confronti. Avrò sempre un bel ricordo delle mie giornate ad Albissola dove ho vissuto, del bar, degli amici anche se ho fatto  molto vita riservata campo – casa”.

Nel Savona, poi, Aresti ha raggiunto anche la fama nazionale grazie ai due gol ed è lui stesso a raccontarlo attraverso un simpatico episodio: “Quando ho fatto i due gol si è scatenato un tam – tam mediatico e, il giorno dell’intervista alle 7.30 a Genova alla Rai, mi sono perso…Sì, sono stato costretto a fare l’intervista via telefono da…100 metri dalla sede”, racconta divertito.

Il timido ragazzo arrivato a Savona, tutto casa e i-pad lascia la città da leader dello spogliatoio. La sua partenza, inoltre,  rappresenterà anche per la società una buona occasione redditizia: il portiere era arrivato a costo zero e ora sarà rivenduto per una somma che la società rinvestirà sul mercato per la Prima Divisione.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.