Politica

Ospedale Albenga, Guarnieri: “Demagogia e antipolitica sono nocivi. La struttura sarà potenziata”

Albenga -ingresso primo intervento ospedale

Albenga. “Ho avuto modo di leggere le dichiarazioni del presidente di un’associazione albenganese relative al Punto di Primo Intervento dell’ospedale di Santa Maria di Misericordia. Mi sembra che le affermazioni aggiungano poco o nulla a quanto già detto e ridetto, evidenziato e sottolineato centinaia di volte negli ultimi mesi: è evidente che quando si vuole parlare di sanità senza avere notizie fresche, l’unica via di uscita appare essere quella della demagogia e del populismo, condite un pizzico di antipolitica”: così il sindaco ingauno, Rosy Guarnieri, risponde alla dottoressa Graziella Cavanna, presidente di “Albenga è” che denunciava la difficile gestione del Punto di Primo Intervento del Santa Maria di Misericordia, spesso affollato di emergenze che la struttura non è in grado di affrontare e sotto organico.

“Quanto dichiarato in merito alla presunta ‘doppia coda’, se rappresenta il frutto di un’esperienza vissuta personalmente, è giusto che venga fatta una apposita segnalazione alle autorità sanitarie competenti – prosegue Guarnieri – Abbiamo seguito in prima persona casi di trasferimento dal Punto di Primo Intervento di Albenga al Pronto Soccorso del Santa Corona, e abbiamo potuto prendere atto che a Pietra Ligure si ha una corsia differenziata rispetto a chi invece giunge al Pronto Soccorso e, dopo il triage, attende: il paziente che proviene da un’altra struttura sanitaria, da sempre, ha un percorso differente”.

“Per quanto attiene invece le non meglio specificate accuse al termine della comunicazione, mi sembra che il messaggio vago non contenga grandi novità, anzi forse si vorrebbe che le novità non ci fossero, ma per fortuna, grazie alla politica locale – quella stessa politica della quale lei stessa fa parte ma che viene tanto criticata, forse per cavalcare un po’ la moda dell’antipolitica, creando un po’ di confusione – le notizie positive ci sono – sostiene il sindaco – Il Pronto Soccorso di Albenga, oggi Punto di Primo Intervento, è stato già oggetto di avvio procedurale di potenziamento dell’organico, avendo ottenuto da parte della Regione Liguria la deroga per tre unità mediche. A metà della prossima settimana, la dirigenza ASL definirà inoltre il ritorno a una gestione autonoma del Punto di Primo Intervento rispetto al Pronto Soccorso di Santa Corona, attraverso un incontro operativo-organizzativo con il Primario del Santa Corona, dottor Cataldi, e il Direttore di Struttura Semplice Dipartimentale, dottor Corti”.

“Colgo l’occasione per ringraziare tutto il personale operante nel Punto di Primo Intervento e in tutta la struttura ospedaliera Santa Maria di Misericordia, perché di certo hanno dovuto sopportare un carico di lavoro non indifferente, e saputo rispondere in modo egregio. La salvezza del Punto di Primo Intervento ingauno deriva dall’attaccamento alla struttura sanitaria dimostrata dagli operatori, i quali hanno potuto dimostrare, attraverso dati concreti, che ne è necessario il mantenimento, anche per evitare un ulteriore intasamento del Pronto Soccorso del Santa Corona e i disservizi che ne conseguono” conclude Guarnieri.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.