IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Murialdo, passeggiata commemorativa sul monte Camulera in ricordo dei partigiani caduti

Più informazioni su

Murialdo. “L’alta Valbormida non dimentica” è il titolo di una passeggiata al monte Camulera per la commemorazione dei caduti partigiani del 1944. L’associazione “Riofreddo Insieme” organizza per domenica 14 Luglio una passeggiata al Monte Camulera che a quell’epoca era una delle basi di partigiani e dalla quale facevano partire gli attacchi verso i convogli militari tedeschi. Su questo monte, per rappresaglia, i tedeschi, dopo la cattura, hanno compiuto una fucilazione molto pesante e sanguinosa di numerosi partigiani.

Si tratta di una camminata non impegnativa che prevede il ritrovo dei partecipanti alle ore 8.30 nella piazza del Borgo di Riofreddo frazione di Murialdo. Ci saranno varie possibilità: a piedi seguendo la direttrice del Bric di Tursci oppure la strada dei trattori dalle “Zotte” (sopra il Mezzano); con auto propria fino alla “Cascina Pra” e quindi a piedi dalla Cascina Prà. Sarà presente il gruppo Murialdo Corse 4WD che con i propri fuoristrada, farà un servizio navetta per chi è impossibilitato a a fare il percorso a piedi, o è senza mezzi con offerta di 4 euro a/r.

Alle ore 10.30 è prevista una messa celebrata dal Reverendo Don Giuseppe Rizzo attuale Rettore del Santuario di Valsorda (CN). Seguiranno gli interventi dei sindaci di Murialdo, Millesimo, Calizzano e Osiglia e la commemorazione dell’eccidio dei partigiani curata da Mario Traversi di Varazze, scrittore, poeta dialettale e storico. Seguiranno gli interventi dello storico Fulvio Sasso autore di numerose pubblicazioni sulla resistenza e dei rappresentanti dell’ANPI di Cairo Montenotte.

Nello spazio “Am Ricord, riservato a chiunque voglia raccontare eventi di quel periodo, sarà dedicato uno spazio a Giorgio Preteni unico sopravvissuto all’eccidio che ricorderà quel giorno.In chiusura, saranno evocati i nomi dei caduti sulle note de “Il silenzio” suonato dalla tromba del maestro Bianco Roberto. Al termine, pranzo al sacco dei partecipanti. L’Associazione offrirà la grigliata di salsiccia con le bevande offerte dalla Acqua Minerale Calizzano S.p.A.

Nel pomeriggio salita in vetta, a circa 1300 metri, circa 15 minuti, per raccogliersi intorno alla Croce alla Memoria che l’associazione “Riofreddo Insieme” ha eretto nell’anno giubilare 2000. Da lì si potrà vedere sia il Basso Piemonte sia la Riviera Ligure. Sul versante ligure si arriva a scorgere Genova con il suo porto, mentre sul versante piemontese a nord si arriva a vedere Torino. Il rientro è previsto verso le ore 16 con la possibilità di visitare, nel Borgo di Riofreddo, il museo del “C’era una volta” 300 anni di storia dell’Alta Valle Bormida.

I partigiani uccisi furono:Actis Grande Stelio di Caluso (TO) cl.1925 dettoMaresciallo, Bevilacqua Angelo (Gin) di Albisola cl. 1895 detto Leone, De Cicco Roberto di La Spezia cl. 1924 detto Creolina, Girello Vincenzo di Savona cl. 1923 detto Mirko, Pesce Giacomo di Murialdo cl. 1924 detto Milianti, Risaliti Marino di Livorno cl. 1924 detto Athos, Il 25 aprile 1945 poco più sotto al luogo del precedente eccidio venne ucciso Vose Ettore di Finale cl. 1919 detto Stella.

Per informazioni gli interessati potranno chiamare il n. 01953900.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.