IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Maxi condanna per algerino arrestato durante blitz nell’Ortofrutticola: 10 anni e 10 mesi di reclusione per spaccio

Albenga. Dieci anni e dieci mesi di reclusione, oltre a 50 mila euro di multa. E’ questa la maxi condanna inflitta questa mattina in tribunale a Rihad Maroufi, 39 anni, algerino, che doveva rispondere dell’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo era finito in manette lo scorso 13 giugno durante un blitz del Nucleo Operativo e Radiomobile dei carabinieri della Compagnia di Albenga nell’ex sede dell’Ortofrutticola, in via Dalmazia.

I militari avevano fatto irruzione nella struttura, da tempo utilizzata come bivacco clandestino, per identificare eventuali clandestini e lì avevano trovato Maroufi ed altri tre connazionali. Secondo quanto gli veniva contestato, all’arrivo dei militari, l’algerino aveva gettato da una finestra qualcosa. L’oggetto misterioso si era poi rivelato un calzino contenente 22 grammi di eroina suddivisa in 57 dosi pronte da smerciare. Per Maroufi, già arrestato nel 2008 per reati simili e da poco tempo fuori dal carcere, era così scattato l’arresto. I carabinieri nella stanza dove alloggiava avevano trovato anche, nascosti all’interno di un tubo, 700 euro ritenuti provente dell’attività illecita.

L’algerino era poi finito a giudizio per direttissima: in aula, assistito dall’avvocato Nazareno Siccardi, si era difeso con decisione. L’uomo aveva negato che lo stupefacente fosse il suo e di essersene disfatto all’arrivo dei militari. Una tesi sostenuta anche dal difensore: “In quella stanza c’erano quattro persone, non c’è la prova che la droga fosse del mio assistito. E’ improbabile poi che chi l’ha gettata dalla finestra lo abbia fatto davanti ai carabinieri visto che, per poter entrare nell’edificio, hanno impiegato alcuni minuti e gli occupanti si erano accorti del loro arrivo”. All’imputato sono anche state inflitte una serie di pene accessorie: l’interdizione (perpetua dai pubblici uffici e lagale) e l’espulsione dal territorio italiano. In serata il difensore Nazareno Siccardi ha inviato una dura lettera per contestare la sentenza che parlava di un caso di “mala giustizia”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da elicottero

    Troppa tolleranza, la prima che fanno bisogna mandarli a casa senza ritorno. Hanno rovinato una città di lavoratori. Che schifo

  2. Scritto da NoNickNoName

    l’unica mala giustizia è che a questa gente venga fatto anche un processo invece che metterli su un mezzo qualsiasi e spedirli in qualche parte dimenticata dalla civilta. comunque va bene cosi. però in conffronto ad altre sentenze QUESTA E’ OTTIMA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  3. Scritto da pensierolibero

    Toglieteci tutto e l’avvocato non prenda neanche i soldi d’ufficio. Che avvocato è uno che difende un delinquente. Potrebbe chiedere gli arresti domiciliari e portarlo a casa sua ,è una bravissima persona ….Mi raccomando rimpatrio non dimenticarlo. Magari subito con obbligo di non rientrare mai piu’ in Italia. Così evitiamo di mantenerlo. Oppure lo mantenga l’avvocato Nazareno Siccardi che una persona così brava non la troverà piu’ a seconda volta volta che viene arrestato per sbaglio. Elogio invece ai carabinieri,vigili,polizia che per una volta vedono una sentenza giusta.

  4. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Ottima …. Salvo la multa …..
    La confisca di tutto ciò che ha va bene …. Ma una multa a chi i soldi se li procura a scapito di altri …. Questa la ritengo una cosa non conveniente …. Una specie di invito a procurarmi altri soldi …… Nel solo modo che conosce.

  5. Scritto da yogsototh

    uno su mille ce la fanno a condannarlo ma poi bisogna vedere quanto ci sta dentro alla fine..

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.