IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Incaprettato e gettato nel lago di Osiglia: la spaventosa fine di un giovane labrador

Osiglia. Indignazione e sgomento ad Osiglia per un gesto vile e crudele nei confronti di un labrador di pochi mesi. Ieri, i vigili del fuoco cairesi hanno recuperato l’animale, ormai privo di vita, nel lago di Osiglia, incaprettato con tanto di zampe anteriori legate al collo.

labrador

Qualcuno lo ha gettato probabilmente dal ponte Manfrin, senza alcuna pietà. La carcassa della povera bestia è stata notata da alcuni pescatori che hanno avvertito il Comune. Sul posto sono così intervenuti i pompieri per il recupero del cane e la polizia municipale che sta indagando sull’accaduto.

Pare che la morte risalga a qualche giorno fa. Il labrador è stato trasportato presso gli ambulatori veterinari dove è stato recuperato il microchip con la conseguente individuazione del proprietario. Questi, però, avrebbe dichiarato di aver ceduto l’animale ad una persona ancora da individuare.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. alberto.peluffo
    Scritto da alberto.peluffo

    Bandito, scemenza per scemenza, il cane era un Labrador, quindi era extracomunitario anche se non era nero. Provando ad alzare leggermente il livello del discorso, la legge del far west non ha mai portato niente di buono. In compenso, la violenza verbale in rete ha già fatto danni in parecchi casi, troppi dal mio punto di vista. E’ facile spararle grosse, nascoste dall’anonimato e dal filtro del web, ma, come ho già scritto, non è detto che qualcuno non prenda le cose sul serio.

  2. Belan
    Scritto da Belan

    Per una volta sono d’accordo con @alberto.peluffo

  3. Bandito
    Scritto da Bandito

    Alberto Peluffo, non solo se mi metti davanti questo assassino gli ripeto quello che penso di lui, ma passo anche alle vie di fatto. Certo, ti capisco, il cane era un labrador, fosse stato nero la penseresti diversamente.

  4. carpenter
    Scritto da carpenter

    Una buona punizione potrebbe essere ; gettarlo dal ponte Incaprettato . . . ma quando il lago è asciutto per manutenzioni

  5. alberto.peluffo
    Scritto da alberto.peluffo

    Posso fare un intervento da bastian contrario, che vi prego di non leggere come una provocazione? Leggo commenti feroci, decisamente eccessivi. Cose che, probabilmente, nessuno sarebbe disposto a ripetere (meno che mai a mettere in atto) di persona. In sostanza, la rete lascia spazio allo sfogo delle reazioni più istintive e irrazionali. La cosa, però, è rischiosa, perché a volte capita che qualcuno non abbia la capacità di distinguere i livelli e metta in atto i comportamenti evocati, sentendosi giustificato dalle opinioni di altri.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.