Baia dei Saraceni, spiaggia "sbarrata" dai privati: al posto della grata compaiono due cartelli "No entry" - IVG.it
Cronaca

Baia dei Saraceni, spiaggia “sbarrata” dai privati: al posto della grata compaiono due cartelli “No entry”

Varigotti. Il varco d’accesso alla paradisiaca spiaggetta nella Baia dei Saraceni è libero dalla grata che lo ostruiva, ma ora campeggiano due cartelli di divieto d’accesso. Non si chiude il capitolo della vicenda che vede la zona, uno degli scorci marini più suggestivi della Liguria, “blindata” da privati.

Dopo l’ordinanza di sgombero della rete metallica emanata dal Comune, la recinzione è sparita parzialmente per lasciar spazio al transito. Era scomparso anche il cartello con la scritta “Divieto d’accesso, intervento provvisorio e precauzionale in attesa della messa in sicurezza della scogliera”. Per poco, però, perché adesso ne sono apparsi due proprio là dove dovrebbe essere consentito il libero transito.

Alla società privata (con sede a Montecarlo e amministratore milanese) era stata notificato il provvedimento per liberare l’area dalla grata entro 24 ore di tempo. Ostacolo rimosso aprendo il corridoio verso l’arenile, ma poi sono comparsi i cartelli che di fatto scoraggiano il passaggio con il “No entry”. E dall’altra parte sono tornati sdraio ed ombrelloni di pochi.

Già l’Ufficio Aree Demaniali e Marittime della Regione Liguria si è espresso sulla necessità di ripristinare il transito pubblico a ponente. “E’ demanio pubblico, è di tutti – aveva sottolineato il sindaco Flaminio Richeri – L’interesse pubblico deve prevalere su quello privato. Ci sarà modo e tempo per tutelare il diritto di chi ha la concessione, ma senza interdire il passaggio alla spiaggia libera. Non si può immaginare che si chiuda l’accesso ad una spiaggia bella come quella che, come è noto, è nella Baia dei Saraceni”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.