Albenga, tutte le novità del premio "Albingaunum Romano Strizioli" - IVG.it

Albenga, tutte le novità del premio “Albingaunum Romano Strizioli”

Albenga. Sei scrittori su quindici saranno donne, grazie a “quote rosa” ad hoc volute dal sindaco ingauno Rosy Guarnieri in vista del premio “Albingaunum Romano Strizioli 2013”, dedicato al giornalista mancato tempo fa, e che fu anche vice presidente della giuria del premio nonché ideatore della rinnovata formula che caratterizzerà questa edizione.

A ricordarlo è stato il professor Pier Franco Quaglieni del “Centro Pannunzio” (e presidente della giuria tecnica) che, insieme al primo cittadino di Albenga, alla dottoressa Maria Vittoria Barroero, presidente del DLF e fondatrice del premio, e alla la componente della giuria, Alessandra Zunino Segre, ha preso parte alla conferenza di presentazione dell’evento culturale.

Il sindaco Guarnieri ha illustrato il significato culturale e strategico del premio per un città ricca di cultura e di storia come Albenga che, orgogliosa delle sue radici, sa guardare al suo futuro di città d’arte e di turismo. L’edizione precedente, che ha visto vincitore Massimo Gramellini, ha aggiunto il sindaco, ha registrato un lunsinghiero successo di partecipazione e di pubblico. Guarnieri ha infine evidenziato le molte scrittrici donne concorrenti e la presenza in giuria di donne come la critica Mirella Serri, docente dell’Università La Sapienza di Roma.

Il professor Quaglieni ha ricordato appunto Romano Strizioli che contribuì in modo determinante a creare la nuova formula del premio. “E’ stato partecipativo anche quando era malato, con una generosità e lucidità impressionanti” ha detto Quaglieni.

La dottoressa Barroero ha illustrato gli eventi culturali a latere del premio che prenderà le mosse domani 3 luglio con la distribuzione delle urne in tutto il territorio di Albenga e del suo circondario.

Il primo evento si terrà il 5 luglio alle ore 21 al chiostro “Ester Siccardi” con una conferenza di Giovanni Ramella su Gabriele d’Annunzio a 150 anni dalla nascita. La dottoressa Zunino Segre ha evidenziato il valore culturale del premio e il fatto che sia oggi un premio apprezzato e conosciuto a livello nazionale.

Sono altresì intervenuti i rappresentanti degli sponsor dell’evento, tra cui Coop Liguria, la Fondazione de Mari e la “Vecchia Albenga”. La Coop organizzerà nel suo punto vendita ad Albenga eventi culturali in relazione al premio, come il salotto di lettura (altri due salotti troveranno posto presso il bar “Il Piccolo Principe di via Trieste e al Campeggio dei Fiori sul lungomare, porprio nei pressi delle ormai note panchine letterarie). Lo scorso anno l’urna della Coop è stata quella che ha registrato maggiore affluenza di votanti.

Verranno anche premiati lo scrittore esordiente e l’“Ingauno dell’anno” assegnato lo scorso anno al professor Franco Gallea. Le premiazioni avverranno il 29 settembre, giorno di San Michele, patrono di Albenga. Il premio ha infatti l’onore di aver ricevuto la medaglia presidenziale, fatto raro e lusinghiero dal momento che, per volontà del Presidente Napolitano, questi riconoscimenti sono stati ridotti ad un numero minimo anche ai fini del contenimento della spesa.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.