Sport

Toirano “invasa” dall’allegria del Minivolley Tour: quasi trecento bambini per la tappa conclusiva

601226 534207819976518 1290458291 n

Toirano. Si è concluso il Minivolley Tour Scipione 2012/13, indetto dal Comitato provinciale Fipav di Savona, quest’anno dedicato a Mila & Shiro.

Come consuetudine, la tappa finale si è svolta a Toirano, domenica 2 giugno. Finalmente la clemenza del meteo ha permesso di svolgere tutte le partite all’aperto, per cui i campetti sono stati tracciati nelle piazzette e in altri spazi del paese e i bambini hanno potuto godere di un bel sole mentre giocavano.

Diciassette squadre nella categoria Babyvolley, quaranta nel Minivolley e quindici nel Superminivolley si sono sfidate per tutto il giorno, giocando in mattinata la prima fase e nel pomeriggio la seconda fase e le finali.

Circa trecento bambini hanno “invaso” il Parco del Marchese, per poi recarsi nei vari campi di gioco, allestiti dall’ottima e meticolosa organizzazione dell’A.S.D. Toirano del presidente Ignazio Rando.

Undici le società presenti: oltre ai padroni di casa del Toirano, hanno partecipato Celle Varazze, Albisola Pallavolo, Nuova Albisola Volley, Sabazia, Volley Team Finale, Polisportiva Maremola, San Pio X Loano, Albenga Volley, CSV Albenga, Polisportiva Il Gabbiano Andora.

Al termine dell’intensa giornata pallavolistica la medaglia d’oro nel Babyvolley è andata al Celle Varazze di Patrizia Damonte che per tutto l’anno ha battagliato per il primo posto con la squadra del Volley Team Finale allenata da Loredana Sarchi e Michela Aicardi che, questa volta, è arrivata seconda. Medaglia di bronzo per i piccolini del Gabbiano Andora allenati da May Maghella.

Nel Minivolley ha invece primeggiato il Volley Team Finale “7”, composto da Ludovica, Sofia, Samantha e Alessia, mentre al secondo e al terzo posto si sono classificate due formazioni dell’Albenga Volley, condotte dall’irriducibile Rosy Buccinnà.

Per concludere, i più grandi, protagonisti nel Superminivolley. Al primo posto si è classificata l’Albenga Volley “1” di Romilda, Jessica, Rosanna e Alessia, seguita al secondo posto dal Volley Team Finale “2” di Sara, Silvia, Eleonora e Giusy. Il terzo posto se l’è aggiudicato il Maremola Volley, al termine di una battaglia serratissima contro il Celle Varazze.

Durante le premiazione un sacco di sorprese per i piccoli partecipanti. Innanzitutto sono intervenuti i ragazzi del Planet Volley, reduci da uno storico secondo posto nazionale nella categoria Under 14 maschile. Una rappresentanza della squadra, insieme all’allenatrice Fabiana Nicolini e al dirigente Dino Durando, ha raccontato ai bambini la loro bellissima esperienza a Corigliano Calabro, che li ha portati, appunto, ad essere vicecampioni d’Italia.

Altra graditissima guest star della premiazione è stata Isabella Perata, classe 1997, che, partita da Celle Ligure, passata per Albisola, è approdata due anni fa al Club Italia, la fucina del volley dove si curano e crescono i talenti del futuro. Isabella, quest’anno capitano della sua squadra che milita nel campionato di Serie B1, è stata anche protagonista, insieme alle sue compagne di squadra, del reality dedicato al volley “Spike girls-Schiacciatrici” che è andato in onda su RaiSport.

Anche Isabella ha raccontato la sua vita nel Club, anticipando qualche notizia sul suo futuro ed esortando i bambini presenti ad impegnarsi sempre al massimo nella vita e nello sport.

Essendo l’ultima tappa, il Comitato provinciale savonese ha regalato a tutti i giovani partecipanti una maglietta ricordo, mentre la società organizzatrice ha donato a tutti un ingresso omaggio alle grotte di Toirano. Presenti durante l’intera giornata Carlo Rossi, presidente provinciale Fipav Savona, Matilde Falco e Daria Molina, consiglieri provinciali.

Alle tredici tappe del Minivolley Tour Scipione 2012/13 hanno partecipato in totale quasi 800 bambini, appartenenti a 25 società diverse. “Spero che ciò possa essere un segnale positivo per il futuro di questo bellissimo sport – afferma soddisfatta Daria Molina, responsabile del settore promozione del Comitato savonese -. Sono contenta del lavoro che è stato fatto negli anni scorsi con i vari Tour, perché ha dato i suoi frutti. Quest’anno al campionato Under 12 hanno partecipato 13 squadre contro le 9 dello scorso anno, mentre nell’Under 13 erano in lizza ben 18 formazioni, contro le 12 della stagione passata”.

“Numeri che raccontano come ci siano tanti bambini nuovi che hanno iniziato a giocare a pallavolo e che, soprattutto, nel corso degli anni passati si è lavorato bene, per cui i bambini e i ragazzi hanno continuato a giocare – prosegue Molina -. Quest’anno abbiamo fatto un totale di tredici tappe che sono tante e molto impegnative, sia per chi le organizza, sia per chi partecipa”.

Il Minivolley Tour savonese è un circuito ormai collaudato e molto apprezzato, ma Daria ambisce a migliorarlo ancora. “E’ vero, non lo nego, che in certe tappe le cose potevano essere organizzate meglio – sottolinea -, ma è anche vero che ci sono state alcune tappe organizzate magnificamente dove tutto è finito nei tempi previsti e senza intoppi. Per l’anno prossimo, a tal proposito, pensiamo di introdurre alcune piccole modifiche che però dovranno essere obbligatoriamente seguite e che riguardano appunto la parte organizzativa”.

Come sempre, quando un’avventura va in archivio, c’è spazio per i ringraziamenti personali. “Innanzitutto – dichiara Daria Molina, “anima” del Tour – a tutte le persone che si sono rese disponibili ad interpretare i personaggi di Mila & Shiro che erano presenti a quasi tutte le tappe (a Savona e Bastia i personaggi erano impegnati per cui non si sono visti!) e, anche se con un po’ di imbarazzo iniziale, si sono poi calati perfettamente nel ruolo”.

“Inoltre – prosegue – devo ringraziare Isabella che, seppur con pochissimo preavviso, è stata gentile e disponibilissima ad essere presente alla premiazione. Un ringraziamento va anche allo staff che l’ha lasciata libera di poter venire. E poi, ovviamente, alle società che ogni anno si prendono l’onere di organizzare la tappa e agli allenatori che decidono di portare i bambini a giocare. Senza di loro il Tour non ci sarebbe!”.

Al di là dei numeri, il Minivolley Tour lascia soprattutto ricordi e sensazioni. “Mi rimangono impresse le facce di alcuni bambini che si vede che si divertono mentre giocano e secondo me questa è la cosa più importante – rimarca Daria -. Che sia mentre stanno facendo la partita, che sia mentre aspettano di giocare e si inventano qualcosa con i loro compagni di squadra, che sia fare i gavettoni alla propria allenatrice (ebbene sì, a me è successo a Toirano) è bello vedere i loro volti sorridenti. E abbinare il Tour ad un cartone animato che quasi tutti conoscevano ha sottolineato l’aspetto del gioco, piuttosto che dell’agonismo”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.