IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pallavolo, Alassio Cup: il Brasile domina la Turchia, il Giappone batte l’Italia al tie-break

Alassio. L’Italia condotta da Mencarelli ha iniziato con una sconfitta il suo cammino nell’Alassio Cup, nella partita giocata ieri sera davanti ad un migliaio di spettatori.

Le azzurre, infatti, sono state battute dal Giappone in 5 set (27-25, 21-25, 18-25, 25-21, 13-15), al termine di un incontro nel quale Guiggi e compagne dopo aver vinto il primo set, hanno ceduto i due successivi, per poi reagire nel quarto. Combattutissimo il tie-break che però, nelle fase finali, ha visto prevalere il Giappone.

Oggi, alle ore 20,30, le azzurre torneranno in campo nell’affascinate sfida contro la Turchia dell’ex c.t. italiano Barbolini. La nazionale turca è stata sconfitta per 3 a 0 (25-15, 25-21, 25-14) dalle campionesse olimpiche brasiliane, guidate da Zè Roberto, nell’incontro che ha aperto la manifestazione.

In classifica, quindi, il Brasile conduce con 3 punti; seguono Giappone 2, Italia 1, Turchia 0

Prima della gara attimi di grande emozione sulle note dell’inno italiano, quando Indre Sorokaite, divenuta cittadina italiana pochi giorni fa, non è riuscita a trattenere le lacrime per il debutto ufficiale con la maglia azzurra.

Il c.t. italiano ha schierato come formazione titolare Signorile in palleggio, Diouf opposto, Arrighetti e Guiggi centrali, schiacciatrici Di Iulio e Sorokaite, libero Merlo.

Nel primo set parte meglio il Giappone che piazza un parziale di 5-0. L’Italia si scuote velocemente e colma il gap, prendendo il comando del gioco. Guiggi e compagne danno l’impressione di poter scappare, ma questa volta sono le nipponiche a rimontare. Il finale, molto combattuto, sorride alle azzurre che al terzo set point chiudono.

La seconda frazione vede ancora le giapponesi portarsi avanti, mentre l’Italia è costretta ad inseguire. Le ragazze di Mencarelli riescono a riagganciare le avversarie, ma alla lunga il Giappone trova la fuga vincente.

Il copione si ripete anche nel terzo, con la formazione asiatica che tiene saldamente in mano il pallino del gioco. L’Italia non riesce a ritrovarsi e il Giappone prende il largo, aggiudicandosi il set con il punteggio di 18 a 25.

Mencarelli opera diversi cambi, schierando Gennari e Barcellini in banda, con Sorokaite opposto. I risultati si vedono immediatamente e questa volta è l’Italia ad imporre il proprio ritmo (9-3). Il Giappone non demorde e punto su punto si porta ad una lunghezza di distanza. Signorile e compagne stringono i denti e respingono gli assalti, prolungando la gara al quinto (25-21).

Nel tie-break le azzurre partono meglio, ma il Giappone trova le forze per reagire e si aggiudica l’incontro con il minimo scarto.

“Penso che nonostante la sconfitta i segnali positivi non siano mancati – ha affermato Mencarelli -. Paghiamo a caro prezzo la nostra discontinuità, soprattutto con squadre come il Giappone. Non dobbiamo, però, abbatterci e proseguire nel nostro cammino a partire già da domani”.

“Cosa dire, è stata un’emozione grandissima – racconta Sorokaite -, non volevo piangere ma è stato più forte di me. Anche se non rinnego le mie origini, io mi sono sempre sentita italiana. Mi ricorderò di questa partita per tutta la mia vita”.

In classifica, quindi, il Brasile conduce con 3 punti; seguono Giappone 2, Italia 1, Turchia 0. Oggi alle ore 17,30 si sfideranno Brasile e Giappone; chi la spunterà avrà in tasca il trofeo.

Il tabellino:
Italia – Giappone 2-3 (27-25, 21-25, 18-25, 25-21, 13-15)
Italia: Signorile 3, Guiggi 11, Sorokaite 17, Diouf 13, Di Iulio 4, Arrighetti 10, Merlo (l), De Gennaro, Barcellini 6, Gennari 8, Tirozzi 3, Caracuta ne, Folie ne. All. Mencarelli.
Giappone: Takahashi 17, Iwasaka 16, Nagaoka 18, Ishii 16, Hirai 6, Fujita 2, Zayasu (l), Matsuura, Koga, Otake 3, Shimamura ne, Yoshida ne. All. Manabe.
Arbitri: Sobrero e Giusto.
Note. Durata set: 30’, 27’, 27’, 27’, 18’. Italia: 9 ace, 4 battute sbagliate, 13 muri, 31 errori totali. Giappone: 8 ace, 8 battute sbagliate, 8 muri, 31 errori totali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.