IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Funerali dell’anziano travolto dalla moto del carabiniere, presente il maggiore Pilutti: “L’Arma è rigida con i ‘figli’ che sbagliano”

Savona. C’era anche il maggiore Orlando Pilutti, comandante della Compagnia dei Carabinieri di Savona, al funerale di Nicolino Squillaci, il pensionato travolto e ucciso dallo scooter guidato dal militare Fulvio B., poi risultato ubriaco alla guida e con tracce di cocaina nel sangue.

Il maggiore, fin dalle primissime ore successive al sinistro e fino ad oggi, ha voluto mostrare la vicinanza dell’Arma alla famiglia della vittima del terribile incidente accaduto sabato pomeriggio in via Boselli, a Savona, e che vede come responsabile proprio uno dei “suoi” carabinieri.

“Oneri, doveri, rigidità e rigore, sono caratteristiche dell’Arma, che valgono anche quando commettiamo degli errori – ha detto il comandante dei carabinieri di Savona, a margine della cerimonia – L’Arma è una grande famiglia che partecipa a tutto ciò che accade ai suoi figli, ma che poi giudica con molto rigore gli errori dei figli stessi”.

Fulvio B. subirà dunque le conseguenze di un gesto gravissimo, che potrebbero significare un congedo con demerito. Il militare non solo era alla guida ubriaco e, a quanto pare, drogato, ma era anche in sella a uno scooter privo di assicurazione, si è rifiutato di fare l’alcoltest prima di essere portato dai colleghi in ospedale, e qui ha dato ancora in escandescenza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da El Rey del Mundo

    Cagnolina?! Lek lek lek!

  2. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Ciò che appare assurdo è il fatto che non vengano fatti regolari controlli …
    Una vettura và controllata ogni due anni (i fumi ogni anno) …….

  3. Scritto da Dieg8

    Le mele marce non rovinano l’immagine dell’arma se l’arma non copre le mele marce.
    Guarda caso lo svolgimento dei fatti non è mai limpido quando ad essere coinvolti sono quelli in divisa

  4. JackRusselTerrierSavona
    Scritto da JackRusselTerrierSavona

    Eccomi qui, nuovamente a ribadire la vicinanza alla famiglia di Nicolino, che ha perso una persona cara e alla famiglia di Fulvio che subirà gli eventi giudiziari provocati dal comportamento inqualificabile dello stesso.
    Al sig RE DEL MONDO, che mi definisce leccaculo delle divise e altri insulti vari, dico povero, che usi il dolore della gente per alimentare il tuo odio contro qualcosa che magari da bambino sognavi di far parte. O forse sei solo, visto il tuo Nickname, una persona esaltata povera di sentimenti e sensibilità. Se ci fosse la legge marziale e il cc fosse condannato a morte, saresti in grado di dire che sarebbe stata meglio una vita sotto tortura.
    Ora insulta pure, la tua violenza verbale rispecchia solo l’animo della tua persona, a mio dire, e ripeto a mio dire, marcia…

  5. Scritto da El Rey del Mundo

    Una volta si diceva che ai figli ingrati spesso faceva bene una bella schiaffeggiata e anche qualche bel calcio nel didietro, si agiva di fasi (odi gambe) per “raddrizzare l’albero che cresceva storto” ma a questo che gli si può fare?! 47 anni, 3 figli piccoli, dedito ad alcol e droga, condotta criticabile causa assenza di polizza assicurativa sul mezzo che guidava, comportamenti deprorevoli davvero… Finirà negli uffici; sarà trasferito in un’altra caserma più lontana da casa, entrerà a far parte della schiera nutrita del Reparto Speciale “imboscati”, gruppo molto nutrito, ma uno in più non stravolgerà nulla. Magari è proprio quello che cercava. MA IL POSTO NON LO PERDERÀ MAI. NON ILLUDIAMO IL POPOLO E I CIVILI IN CERCA DI GIUSTIZIA. LA GIUSTIZIA È CIECA MA PER I PARACULATI CI VEDE BENISSIMO.