Convegno sulle nuove tecnologie nel condominio, Ivano Rozzi: “La riforma sarà una sfida veramente difficile”

Savona. Si è tenuto questa mattina a Savona, presso la Sala consiliare di Palazzo Nervi, un incontro per parlare delle nuove tecnologie nel condominio. Dal digitale terrestre ad internet veloce, sono state toccate tutte le innovazioni che hanno interessato i cittadini in questi ultimi anni. La conferenza è stata organizzata dall’Anaci, con il patrocinio del Comune di Savona.

Ivano Rozzi, presidente Anaci Liguria, spiega le finalità dell’incontro: “Abbiamo colto questa occasione anche per portare qui a Savona questa grossa possibilità. L’abbiamo fatta in una maniera che riteniamo la più giusta possibile, perché è un confronto tra l’istituzione pubblica, che deve stimolare queste situazioni, e quella che è un’associazione di professionisti al servizio del contesto della casa”.

“Negli ultimi anni – sottolinea Rozzi – c’è stata una fortissima accelerazione del progresso di queste tecnologie anche in casa e nel condominio. Oggi siamo qui per portare queste nuove conoscenze ai nostri associati, alla luce dell’avvento della riforma, con le nuove tematiche che si aprono per il condominio”.

Il periodo di recessione economica può rallentare la diffusione delle nuove tecnologie? “Questo effettivamente non è solo un ostacolo per le nuove tecnologie – afferma Rozzi -, lo è un po’ per tutto. Questo momento di grave crisi economica ci sta portando grandissime difficoltà anche nella gestione dei servizi essenziali del condominio. Lo dimostra il fatto che per molti utenti siamo costretti a far cessare il servizio nella speranza di riuscire a recuperare. Non è certamente questa una strada. Dovremo cercare anche di trovare forme di finaziamento a medio-lungo termine per poter non perdere le occasioni di un’innovazione che ci metterebbero sempre più nell’angolo ma per cercare effettivamente di superare questo momento che non sembra avere una soluzione immediata dietro alla porta però se ne dovrà uscire per forza, perché altrimenti ci sarà la fine di un contesto. Per quanto riguarda la riviera, il mercato immobiliare è sempre stato trainante, in un momento in cui stiamo perdendo anche tutte le altre realtà”.

“Il 18 giugno entrerà in vigore la riforma del condominio che nella regione Liguria interessa circa 1 milione e 200 mila abitanti. Per quanto riguarda noi, che amministriamo alcune decine di migliaia di edifici in condominio, sarà una sfida veramente difficile, ma gli associati sono stati preparati. Dobbiamo dare il nostro contributo – conclude Rozzi – e sono sicuro che, se avremo anche un aiuto dalle istituzioni e dal sistema bancario, penso si potrà superare il difficile momento”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.