Politica

Ceriale, Piercarlo Nervo replica a Fazio: “Io sono un perdente? Lui non è un vincitore”

piercarlo nervo - ceriale

Ceriale. “Nervo è il re dei perdenti e questa tornata elettorale ne è stata la conferma”. Ieri, con queste parole, dopo aver varato la nuova giunta, il sindaco di Ceriale Ennio Fazio aveva giudicato il suo avversario nella corsa alla poltrona di primo cittadino, dichiarando di “volersi togliere qualche sassolino dalle scarpe”, dopo che in passato “non aveva mai replicato agli attacchi e alle provocazioni”.

Non si fa attendere la risposta di Piercarlo Nervo. “Fazio mi definisce un perdente – afferma il candidato della lista Insieme per Ceriale -, ma il vero problema è che lui non è un vincitore e se fossi in lui invece di perdere tempo ad attaccare il sottoscritto analizzerei il risultato elettorale dal quale emerge che il vero vincitore è Maineri e, senza di lui, Fazio non sarebbe arrivato da nessuna parte. Soprattutto prenderei atto del fatto che la stragrande maggioranza degli elettori non è sicuramente con lui”.

“Capisco la sua amarezza – prosegue Nervo -; forse si è accorto che è stato abbandonato; se Revetria, definito da lui l’allenatore della sua squadra, lo avesse veramente aiutato, le preferenze dei suoi candidati non sarebbero state quelle che sono state ed Alessandri avrebbe fatto il primo della lista”.

“Vorrei ricordare a Fazio – aggiunge – quanto ha insistito perché io entrassi nella sua lista, forse perché uno come me è meglio averlo dentro che in opposizione; se il mio obiettivo fosse stato solo quello di vincere sarei sceso a compromessi, invece ho giocato insieme alla mia squadra una partita leale e corretta senza comprarmi il risultato”.

“Non accetto lezioni da chi nel 2008 per potersi candidare alla carica di sindaco è dovuto ricorrere al commissariamento del Pdl perché all’interno del direttivo di Ceriale nessuno lo voleva”, sottolinea Nervo.

“In ultimo – conclude – mi chiedo come mai queste cose non è venuto a dirmele in un confronto pubblico che io ho richiesto più volte durante la campagna elettorale e le dice ad urne chiuse? Forse perché è un codardo?”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.