Cronaca

Carabiniere investe e uccide anziano, comandante Pilutti: “Aspettiamo l’esito delle indagini per prendere provvedimenti”

caserma Savona

Savona. “E’ nostro interesse che la polizia municipale svolga tutti gli accertamenti del caso, ovviamente senza alcuna interferenza da parte nostra, di modo che potremo poi tratte le conclusioni e prendere i relativi provvedimenti”: così il maggiore Orlando Pilutti, comandante della Compagnia dei Carabinieri di Savona, commenta il tragico episodio di ieri, che ha visto come protagonista un “suo” militare, Fulvio B., che, in via Boselli, ha investito e ucciso un 78enne (l’uomo, Nicolino Squillaci, è deceduto all’ospedale qualche ora dopo l’incidente).

“Non vogliamo che ci siano equivoci, o che a qualcuno rimanga la sensazione che vi sia qualcosa di poco trasparente, visto ciò che è accaduto subito dopo il sinistro, quando il carabiniere è stato portato in ospedale da alcuni colleghi tra le proteste di alcuni cittadini – continua il maggiore Pilutti – Ripeto: noi abbiamo tutto l’interesse affinché le indagini della polizia municipale siano complete e corrette. Anzi, ne abbiamo bisogno per capire quale sia stata la precisa dinamica dei fatti e le responsabilità del militare. Se ciò che si è detto dovesse essere corretto, prenderemo i provvedimenti del caso, dal momento che si tratterebbe di comportamenti assolutamente condannabili e per nulla conciliabili con l’essere un carabiniere”.

Fulvio B., a bordo della sua Aprilia Leonardo – che è risultata priva di assicurazione – ha travolto il 78enne che stava attraversando la strada lontano dalle strisce pedonali. Un impatto violento che, dopo 5 ore di cure da parte dei soccorritori, ha portato il pensionato alla morte. Il carabiniere ha poi rifiutato di sottoporsi all’alcoltest, ed è stato calmato con l’arrivo di alcuni colleghi che lo hanno portato in ospedale, tra le proteste di molti testimoni che parlavano di un presunto trattamento di favore. Qui l’uomo avrebbe ancora dato in escandescenza e, dai successivi esami del sangue, è risultato essere ubriaco.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.