Cadibona, nuova antenna di telefonia mobile: l’assessore Tallarico replica al comitato del no

Antenna telefonia mobile

Quiliano. L’assessore all’urbanistica di Quiliano, Antonio Tallarico, risponde ai cittadini di Cadibona che contestano la prevista installazione di un’antenna di telefonia mobile nel centro della frazione. “L’iter procedurale fino ad oggi espletato risulta tutt’altro che omertoso od evasivo da parte dell’amministrazione comunale. L’ubicazione dell’antenna è molto distante dalle abitazioni ed in posizione completamente isolata; sarà inoltre data la prescrizione che sulla stessa antenna dovranno trovare posto anche futuri operatori non consentendo la realizzazione di altri impianti portanti. L’Arpal già in sede di conferenza referente oltre alle certificazioni previste ha richiesto, all’operatore, un ulteriore studio per avere la massima certezza che non ci sia pericolo relativo ad eventuali radiazioni emesse”.

Tallarico sottolinea l’opportunità ” di riuscire a migliorare un servizio per l’intera comunità cadibonese, su telefonia ed Internet”. “Sostengo fermamente – prosegue – che da parte dell’amministrazione comunale non c’è stata assolutamente la volontà di prevaricare i diritti di nessun abitante cadibonese né tantomeno di operare un sopruso; l’intenzione anzi è stata quella di migliorare un servizio per la collettività, tenendo presente che i tempi sono dettati da scadenze precise”.

“Tuttavia – conclude l’assessore – penso di poter rassicurare i miei concittadini che ci sarà da parte di questa amministrazione comunale la massima attenzione e vigilanza in sede di conferenza dei servizi deliberante su quelli che sono gli aspetti legati all’ambiente ed alla salute. La decisione definitiva quindi non è stata ancora espressa e da lunedì prossimo invito tutti coloro che avranno da fare delle osservazioni ad esprimersi nel merito della questione; questo è il percorso corretto e previsto a cui tutti (amministratori compresi) devono attenersi senza il timore di essere definiti omertosi o evasivi nei confronti dei cittadini”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.