Politica

Simone Fresia (Vivere Ceriale): “L’entroterra è una risorsa turistica da sfruttare meglio”

simone fresia

Ceriale. “Nelle potenzialità di Ceriale c’è una magnifica zona collinare, che presenta risorse di primo piano. Sto pensando al Parco Regionale del Torsero e alla Valle Ibà. Di certo sono meta di appassionati, ma restano isolati: chi viene a Ceriale spesso li dimentica”. A dirlo è il candidato della lista civica “Vivere Ceriale” Simone Fresia (ingegnere) in vista delle prossime elezioni amministrative del 26 e 27 maggio.

“Tali risorse vanno integrate con il resto del tessuto, poiché la fortuna di un paese dipende dalla varietà dell’offerta. Ciò si realizza con la collaborazione tra diversi settori: i residence e gli alberghi, che propongano pacchetti turistici con escursioni guidate; i negozi di sport, che affittino biciclette o guide a tale scopo; i ristoratori. Naturalmente il Comune dovrà “procacciare” i turisti all’estero, nelle fiere locali” prosegue Fresia.

“Sono piccole cose, che in città come Finale sono però grandi realtà. In questa ottica Peagna e la strada panoramica sono le nostre “Manie” e come tali andrebbero valorizzate. Tutto questo avviene in perfetta continuità con quello che ha già realizzato l’amministrazione uscente. La rete delle infrastrutture sarà di primaria importanza, a partire dai marciapiedi a ponente, e dalla passerella con Borghetto S. Spirito. Sulla passerella è pronto lo studio di prefattibilità; si attende che il Comune limitrofo ne confermi la destinazione a passaggio pedonale, per garantire continuità al transito. Ai classici grandi eventi dell’estate cerialese si affiancherà uno sforzo per garantire in modo semplice la mobilità delle persone, che avranno più occasione di scoprire il nostro patrimonio” conclude Fresia.

Simone Fresia, 31 anni, vive a Ceriale. Diventa Ingegnere Edile al Politecnico di Milano, come tesi un progetto strutturale di una università di Shanghai Nei suoi studi anche un “periodo letterario”, difatti a Roma si laurea in Lettere con il massimo dei voti presso l’Università “Sapienza”, tesi su Petrarca (2009). Presso la stessa facoltà si occupa di storia dell’arte, letteratura e sociologia. Rinuncia alla carriera accademica, con la proposta di un dottorato all’estero, per tornare sul suo territorio. Attualmente cura l’impresa di costruzioni di famiglia, di cui è socio; svolge inoltre progettazione e consulenza come libero professionista. Nel tempo libero coltiva la sua passione della letteratura e della fotografia analogica. Ama, da un lato, i valori della ruralità, la storia della società cerialese, la bellezza dei nostri luoghi; dall’altro le grandi tradizioni italiane, il patrimonio di competenze scientifiche e artistiche che vanno diffuse e tramandate, non solo coi libri, ma soprattutto con la pratica quotidiana.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.