IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Schianto al molo Giano, identificata la prima vittima. Lavoratori del porto in sciopero

Genova. La prima vittima dello schianto avvenuto nel porto di Genova poche ore fa è stata identificata: si tratta di Daniele Fratantonio, 30 anni, originario di Rapallo, nel Tigullio.

L’uomo era in servizio presso la centrale operativa della Guardia Costiera e, al momento della collisione con la Jolly Nero si trovava nella Torre piloti.

Intanto oggi il porto si ferma. “Abbiamo deciso di fermarci per questo altro lutto nel porto di Genova a distanza di pochi anni dalle precedenti – spiegano i lavoratori con le lacrime agli occhi – La sicurezza non manca, ma bisogna rispettarla”.

Oggi il porto si ferma letteralmente, tranne i traghetti e le navi da crociera. “Non sappiamo cosa possa essere successo, sappiamo solo che i morti e dispersi ci sono e speriamo che queste cose non si ripetano più. Non è mai successa una cosa del genere, un disastro di queste dimensioni, siamo in sciopero e vicino ai parenti”, concludono i lavoratori.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. sudor
    Scritto da sudor

    I sindacati potevano trovare un altro modo di manifestare e manifestarsi.
    E’ lo stesso sbaglio di far giocare comunque la partita di questa sera, proprio a Genova.
    Che tristezza.

  2. Scritto da El Rey del Mundo

    Cordoglio pieno alle famiglie dei caduti sul lavoro.
    Ma perchè lo sciopero?

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.