Elezioni Alassio, Enzo Canepa è il nuovo sindaco: "Conviceremo anche chi non ci ha votato; tendo la mano a Galtieri e Olivieri" - IVG.it
Politica

Elezioni Alassio, Enzo Canepa è il nuovo sindaco: “Conviceremo anche chi non ci ha votato; tendo la mano a Galtieri e Olivieri”

Alassio. La sfida a tre nel Comune di Alassio si conclude con la vittoria di Enzo Canepa che è stato scelto dagli alassini per il dopo Avogadro. Non ce l’hanno fatta quindi gli altri due candidati Angelo Galtieri e Piera Olivieri che sono usciti sconfitti dalla battaglia elettorale tra liste civiche.

“Abbiamo raggiunto l’obiettivo che ci eravamo proposti, oggi è una bella giornata – dice il neo sindaco -C’era poco scarto con gli altri concorrenti, ma vedremo di convincere anche glia alssini che non mi hanno votato. Con Galtieri e Olivieri ci sarà certamente collaborazione. La mia squadra futura? Vedremo stasera le preferenze e decideremo”.

“Ringrazio i ragazzi della lista che hanno dato l’anima, ringrazio il presidente Vaccarezza per il sostegno e l’esperienza al nostro servizio, gli assessori provinciali Schneck e Vacca e soprattutto gli alassini e spero di ricambiare la fiducia che hanno avuto in noi” conclude Canepa. Riapertira del molo e viabilità in via Roma le priorità.

Queste le percentuali di voti candidato per candidato: Enzo Canepa (con la lista appoggiata dal centro destra) è arrivato a quota 2087 voti (35,08%); Angelo Galtieri (Insieme X) 1895 (31,85%); Piera Olivieri (Progetto Alassio) 1967 (33,06%).

I tre contendenti si sono dati battaglia voto dopo voto negli undici seggi cittadini. In questo modo la città del Muretto saluta il commissario prefettizio, Paolo Ceccarelli, arrivato mesi fa dopo due anni di governo targato Roberto Avogadro.

Amaro il commento di uno degli sfidanti, Angelo Galtieri: “E’ finita come ha scelto l’elettore: vuol dire che Alassio non vuol cambiare, punto. Forse non siamo riusciti a comunicare efficacemente la nostra visione della città”.

“La mia esperienza politica finisce qua per quanto riguarda l’ambito comunale, è giusto che il progetto continui ma con altre persone. Non sarò nemmeno in consiglio all’opposizione” conclude Galtieri.

La campagna elettorale si è svolta in un clima generalmente corretto: si ricorda solo qualche sporadico episodio che ha creato polemica, come lo strappo dei manifesti della lista Galtieri e la denunca dell’ex sindaco e attuale consigliere regionale Pdl Marco Melgrati che ha accusato alcuni simpatizzanti della lista che appoggiava Olivieri di aver “ca..to – testuali parole – sul pick up di mio papà”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.