Artigiano suicida a Vado, Beppe Grillo: "Non avevo capito la sua disperazione" - IVG.it
Cronaca

Artigiano suicida a Vado, Beppe Grillo: “Non avevo capito la sua disperazione”

uomo si d? fuoco

Savona. Il Comune di Savona si occuperà della famiglia di Mauro Sari, l’artigiano di 47 anni che si è tolto la vita a Vado Ligure, in piazza San Lorenzo, dandosi fuoco. Lo assicura l’assessore ai servizi sociali Isabella Sorgini.

“E’ il momento del lutto – afferma l’assessore – Ma Savona non lascerà sola la signora Sari né le sue figlie, di questo può stare sicura”.

La Cna di Savona ha preso contatti con l’assessore. “Cercheremo di capire se e come sarà possibile dare una mano alla famiglia” ha detto Isabella Sorgini. Domani la salma dell’artigiano sarà sepolta a Zinola. Non ci sarà una cerimonia funebre, ma la preghiera di un diacono per volere della famiglia.

L’artigiano savonese era preoccupato per problemi di salute, ma anche per la situazione economica e per questa ragione si era rivolto a Beppe Grillo: il 26 febbraio, dopo l’exploit elettorale dei 5 Stelle, con la sua Ape andò da lui a Genova, nel quartiere di Sant’Ilario.

“Non mi ero accorto della disperazione che stava vivendo Mauro Sari” ha detto Beppe Grillo parlando della crisi economica durante un comizio a Imperia, a sostegno del candidato sindaco del M5S, Antonio Russo.

“Era venuto da me, ci avevo parlato, gli avevo dato il mio cellulare e ora si è ammazzato. Non avevo compreso la sua disperazione” ha sottolineato Grillo.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.