Cronaca

Albenga, rubò cellulare e aggredì 60enne: marocchino condannato

Savona Tribunale

Albenga. La sera del 7 gennaio del 2012 aveva colpito con due pugni un sessantenne e gli aveva rubato il telefono cellulare. Protagonista del gesto era stato un marocchino di 33 anni, Kamal Wahby, regolare in Italia, che aveva finito per essere arrestato per rapina impropria e porto abusivo di coltelli visto che in tasca ne aveva due.

La rapina era avvenuta in pieno centro storico albenganese, in via Costituzione. La vittima stava camminando verso casa quando era stata intercettata dal nordafricano che l’aveva fermato con una scusa. Poi il furto e l’aggressione a cui era seguita una breve fuga. Il marocchino dopo l’arresto era stato processato per direttissima ed aveva scelto di essere giudicato con il rito ordinario. Il processo si è concluso questa mattina con la condanna di Whaby a un anno e 4 mesi di reclusione e 270 euro di multa per la rapina e una pena di 4 mesi di arresto e 700 euro di ammenda per il porto abusivo di coltelli.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.