Zuccarello, il sindaco Stefano Mai allontana quattro venditori sospetti - IVG.it
Cronaca

Zuccarello, il sindaco Stefano Mai allontana quattro venditori sospetti

stefano mai

Zuccarello. Stefano Mai, sindaco di Zuccarello e capogruppo Lega Nord in consiglio provinciale a Savona, ha allontanato quattro venditori porta a porta che utilizzavano metodi poco legittimi al fine di far firmare contratti a cittadini.

“Nei giorni scorsi, si sono presentati alla mia porta, suonando con insistenza, due ragazzi – spiega il sindaco Mai -, i quali mi hanno detto di essere ‘del gas’. Non comprendendo bene, ho aperto la porta e cercato di capire chi fossero e cosa volessero. Con una certa padronanza del linguaggio, cercavano insistentemente di entrare in casa, ripetendo che avevano ‘abbassato le tariffe elettriche’ per mantenere i loro clienti, ma di fatto sottoponevano contratti con fornitore diverso dall’esistente, senza specificare adeguatamente”.

“Questo non solo contrasta con le norme del codice civile, ma è un metodo funzionale di raggiro delle persone, specie anziane, attraverso il quale si promettono risparmi senza ampie spiegazioni – prosegue Mai, che proprio in questi giorni ha lanciato la sua campagna informativa “Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio!” alle famiglie di Zuccarello -. Sinceramente anche io, pur non essendo uno sprovveduto, ho faticato a capire la modalità, la proposta e soprattutto il millantato risparmio e ho cominciato a notare un certo imbarazzo nei venditori, alle mie domande specifiche. Ho chiesto agli operatori come facessero a spiegare alle persone più anziane, i termini contrattuali, e questi mi hanno risposto che, nel caso in cui avesse aperto loro la porta una persona anziana, non avrebbero fatto nessun tipo di proposta scusandosi del disturbo”.

Il sindaco ha così deciso di seguire i presunti venditori. “Ho deciso di seguire i personaggi, che ho visto chiaramente citofonare e proporre contratti ad persone ultraottantenni – racconta -. Allora, un po’ alterato, dopo averli identificati, ho deciso di consigliare loro, in modo fermo, l’allontanamento dal paese, suggerendo di riferire alla loro compagnia di inviare a casa dei potenziali clienti documentazione dettagliata, spiegando se e quali risparmi propongono, in modo da far decidere in piena tranquillità l’utente sulla scelta di adesione”.

“Fortunatamente pochi sono stati i contratti firmati a Zuccarello in quella giornata, che si sono già avvalsi del diritto di recesso, come previsto dalla legge. Esorto quindi chiunque a informarsi bene prima di sottoscrivere un contratto, o apporre firme su documenti. Già in passato – conclude il sindaco – ho allontanato diversi venditori abusivi senza licenza commerciale o le autorizzazioni del caso e continuerò a farlo, nell’interesse della cittadinanza zuccarellese”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.