Vitelli pronto ad assumere tutti i lavoratori ex Baglietto. Sindacati: "Tra dire e fare c'è di mezzo il mare" - IVG.it
Cronaca

Vitelli pronto ad assumere tutti i lavoratori ex Baglietto. Sindacati: “Tra dire e fare c’è di mezzo il mare”

Varazze. Il Comune aveva chiesto risposte chiare sulle modalità di riassunzione di tutte le maestranze e, ora, quelle risposte sembrano essere arrivate. Parole che, fino a quando non saranno seguite da fatti concreti, non sembrano convincere i sindacati e l’Rsu. Si può riassumere così l’ultimo capitolo della vicenda del salvataggio dei cantieri ex Baglietto di Varazze che, ieri, ha fatto registrare una decisa presa di posizione di Azimut: con una mail mandata in Comune infatti il presidente Azimut Paolo Vitelli ha annunciato che assumerà tutti e 27 i dipendenti del cantiere.

“Ieri abbiamo mandato una lettera risolutiva alle istituzioni rispondendo positivamente alle attese del Comune. Assumiamo tutti i dipendenti e contestualmente ovviamente all’emissione delle concessioni e la firma dell’accordo di programma che regoli l’operazione. Si tratta di avere l’assenso di tutte le parti, ma dato che abbiamo risposto positivamente alle istanze del Comune penso che sia veramente la parola fine” ha commentato Vitelli.

Sui tempi per riavviare il sito produttivo il numero uno di Azimut ha precisato: “Ora si tratta di costruire un nuovo cantiere. Il lavoro possiamo iniziarlo pochi giorni dopo l’ottenimento della concessione, ma per la prima barca finita bisognerà fare il nuovo cantiere e ci vorrà un paio di anni, ma lo faremo”.

“Io non ho ancora letto la mail di Vitelli arrivata in nottata – ha detto l’assessore regionale Renzo Guccinelli -. Se così fosse sicuramente sarebbe un passo avanti notevole. Noi lì abbiamo sempre lavorato, fin dal primo momento, per salvare il sito produttivo e l’occupazione. Abbiamo anche lavorato per fare in modo di creare le condizioni perché un imprenditore come Vitelli potesse arrivare nel nostro territorio e in questa Regione. Adesso nelle prossime ore vedremo gli atti che ci ha trasmesso e, se così stanno le cose, spero ci siano le condizioni per chiudere la partita in maniera positiva”.

“Noi abbiamo letto oggi la proposta di Vitelli che ci è stata mostrata dal sindaco – commenta Pietro Scartezzini della Rsu Baglietto -. Ribadiamo tutte le nostre perplessità visto che tale proposta è di nuovo sottoposta ad alcune condizioni, ovvero il licenziamento da parte di Baglietto e la firma da parte di Regione, Provincia e Comune di un protocollo d’intesa che al momento non esiste ancora. Per cui tutte le assunzioni sono comunque subordinate”.

“Vogliamo anche sottolineare che l’assegnazione del piazzale alla Azimut-Benetti è stata fatta senza condizioni sulle assunzioni. Per cui oggi il Comune ha ribadito che, se ci sono delle condizioni sulle assunzioni, loro potrebbero rivedere l’assegnazione del piazzale. Nell’accordo di programma sono previsti alcuni aspetti che non c’entrano molto con il lavoro, ad esempio l’allungamento delle concessioni del porto che Vitelli vuole. Ma poi c’è anche l’impegno da parte della Provincia a finanziare i corsi di formazione e, visti i problemi economici dell’ente, potrebbe essere difficile firmare un accordo di programma. Quindi la situazione non è cambiata: Vitelli deve assumere le 27 maestranze dei Baglietto senza alcuna condizione” conclude il rappresentante della Rsu aziendale.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.