Cronaca

Preti pedofili, diocesi savonese nel mirino de “Le Iene”. Zanardi: “Petizione online contro il cardinale Calcagno”

Cardinale Domenico Calcagno

Savona. “Alla luce degli ultimi avvenimenti che hanno sconvolto la Chiesa Cattolica, dopo tutti i gravissimi reati di pedofilia clericale che tante innocenti vittime hanno mietuto, in relazione alle accertate omissioni e coperture attuate da prelati e monsignori vari a protezione di sacerdoti che hanno abusato ripetutamente di tanti adolescenti, chiediamo: che a Monsignor Domenico Calcagno, attuale membro del Conclave in Vaticano, sia precluso questo privilegio di cui sicuramente non è degno per la sua completa e totale inazione nei confronti di preti pedofili savonesi a cui egli ha permesso di agire come lupi in un gregge di pecore”: la petizione online, rivolta al segretario di Stato Tarcisio Bertone, è a firma della rete “L’Abuso” di cui fa parte anche Francesco Zanardi.

Il caso savonese è tornato prepotentemente di attualità a seguito del servizio de “Le Iene” trasmesso ieri sera, un servizio che, secondo Zanardi, grade accusatore della diocesi di Savona, “svela i comportamenti omissivi di questo Cardinale in questa ed altre occasioni”.

Il servizio, intitolato “Abusi nascosti dalla chiesa”, dimostrerebbe come l’allora vescovo Calcagno fosse a conoscenza dei comportamenti di un sacerdote pedofilo che allora operava nel savonese, don Nello Giraudo. Calcagno avrebbe chiesto, tramite una lettera datata 2003 a Joseph Ratzinger, all’epoca prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, di tenere il prete “per quanto possibile” lontano dai bambini. Il servizio prosegue poi sostenendo la presunta indifferenza e l’omertà della chiesa relativamente a questo problema.

Secondo Zanardi “un caso analogo a quello del Cardinal Mahoni e quello del Cardinal Rivera per i quali i cattolici hanno chiesto che non partecipino al conclave, in quanto indegni”. “L’ex vescovo di Savona Domenico Calcagno – prosegue Zanardi – non ha denunciato un pedofilo seriale e recidivo noto al Vaticano già dagli anni 80, un caso italiano che non deve essere ignorato. Per questo chiediamo tramite questa petizione che Domenico Calcagno venga escluso dal Conclave”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.