Loano, il comitato Tutela Centro Storico: “Nessuna lotta di quartiere, ma sicurezza e salute pubblica”

Loano piazza del Comune

Loano. Si prepara un’estate calda a Loano, dove due fronti “affilano le armi” con due diverse concezioni della vita cittadina. Da una parte il “Comitato Civico loanese per la tutela del centro storico”, che chiede decoro e moderazione dell’inquinamento acustico, e dall’altra la neonata associazione “LOAngeles”, che vuole rilanciare l’attrattiva turistica e l’intrattenimento locale.

Il comitato (con Stefano Carrara Sutour, Annalisa Molle, Grazia Noseda, Gilberto Costanza, Lino Oliva e Silvio Zunino), dopo essersi presentato al sindaco Pignocca e agli assessori, ha mosso i primi passi affrontando con formale esposto uno degli argomenti più controversi: l’inquinamento acustico prodotto da molti locali del centro, sofferto in orario notturno, seguito dall’istanza per il ripristino della chiusura al traffico di corso Roma durante le serate estive di luglio ed agosto.

“Nessuna lotta di quartiere o insensata presa di posizione, il confronto e il dialogo sono i pilastri portanti su cui si fondano le azioni promosse dal comitato aperto a contatti e nuovi impulsi, per collaborare ad accrescere l’immagine di Loano” precisa Grazia Noseda.

“La sicurezza e la salute pubblica sono elementi essenziali per migliorare la qualità della vita di residenti e graditi ospiti – spiega – Le tematiche riguardano l’attesa stagione turistica: spiagge rivedute e corrette con auspicati interventi di bonifica, per migliorare il fondale marino antistante la battigia, per garantire una balneazione più sicura per tutti; e riguardano la gestione delle isole ecologiche, ovvero le aree dedicate al conferimento dei rifiuti urbani, trasformate spesso in maleodoranti installazioni di immondizia, con revisione di tempi e modalità di raccolta”.

“In primo piano – aggiunge Grazia Noseda – anche la salvaguardia del centro storico, cuore pulsante della città che, tralasciato da anni, necessita di interventi di straordinaria manutenzione per il recupero e il rifacimento del manto stradale e della pavimentazione dove presente e in parte già ammalorata, se pur di recente realizzazione. Tante dunque le proposte e i suggerimenti che i membri del comitato hanno elencato nel folto programma di intenti”.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.