Politica

Elezioni Alassio, per il Pdl spunta il nome dell’imprenditore Enzo Canepa

comune alassio

Alassio, cittadina commissariata, pensa al suo futuro politico. In casa Pdl sembra farsi spazio il nome di Enzo Canepa come candidato sindaco. A proporlo, l’ex primo cittadino e attuale consigliere regionale Marco Melgrati (la cui proiposta, ovviamente, piacerebbe ai suoi “fedelissimi” come Monica Zioni).

Imprenditore 59enne, Canepa fa parte del direttivo del Pdl. Il suo nome, però, non sarebbe gradito a buona parte dei componenti del partito alassino, in particolare a quelli vicini all’onorevole Minasso. L’impressione è che non sarà facile trovare un accordo tra le varie anime del partito, diviso da troppo tempo.

Guardando ai “concorrenti”, l’unico nome certo sembra essere, al momento, quello dell’ex sindaco Roberto Avogadro, che sta costruendo la sua lista civica da presentare agli elettori alassini. Resterebbe per ora alla finestra Angelo Galtieri, sicuro protagonista della prossima tornata elettorale ma che non ha ancora sciolto alcuna riserva su possibili alleanze.

Il Pd, escludendo ogni tipo di sostegno per l’ex sindaco Roberto Avogadro, sta ancora valutando le mosse da fare: certo il dialogo con Sinistra Alassina e le forze del centro sinistra per una lista allargata in grado di competere tanto con Avogadro quando contro la compagine di Pdl e Lega. Certa è anche la “spinta renziana”, con la volontà di dare spazio al rinnovamento e stando lontani da logiche di apparato e di casta, come comunicato attraverso una nota ufficiale.

Nella città del Muretto, quindi, si potrebbero profilare almeno tre-quattro liste: da capire non solo quale sarà l’atteggiamento di Angelo Galtieri, ma anche se ci sarà in lizza una lista del Movimento Cinque Stelle.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.