Sport

Calcio, al via le selezioni per la leva 1999 in vista del “Torneo delle Province”

Calcio Giovanissimi Quiliano Millesimo

Albisola Superiore. Parte questa settimana l’avventura calcistica che porterà alla fase finale del “Torneo delle Province”, riservato nell’edizione 2013 alla categoria Giovanissimi classe 1999.

Nell’occasione il dirigente responsabile della rappresentativa savonese Rino Roccabianca ha puntualmente diramato le convocazioni.

Mercoledì 6 marzo alle ore 14,30, sul campo di Luceto, si raduneranno, per l’area ponente, i seguenti calciatori: Colombino, Demiglio, Esposito, Pesce, Vivalda (Vado), Doci, Magnani, Manfrini, Olivieri, Paggi, Pintacuda (Veloce), Battaglia, Galli, Lapi, Pellicciotta (Quiliano), Catania, Rocca, Salvador (Speranza), Ansaldo, Corsini, Greco, Perrone, Pescio, Rampini (Albissola).

Giovedì 7 marzo alle ore 14,30, sul campo Vesima di Cairo Montenotte, si ritroveranno Galliano, Lika, Oddone, Ravenna, Sadiku (Cairese), Bertuzzo, Dalla Rosa, Ferro, Gaggero, Sismondi (Millesimo), Mancini, Pagliano, Ravera, Sala (Sassello), Dotta, Perrone (Bragno).

Il selezionatore tecnico Felicino Vaniglia non ha voluto privarci delle sue sensazioni alla vigilia di questi due primi importanti eventi.

“Finalmente dopo mesi di attento monitoraggio durante le gare ufficiali e di scambi di vedute con i mister delle varie società nel corso degli allenamenti infrasettimanali, è giunto il momento di fare sul serio – dichiara Vaniglia -. Già da queste due prime amichevoli (affronteremo in successione Albissola e Cairese, squadre ancora in corsa per una qualificazione alle finali regionali, a cui voglio rivolgere il più classico degli ‘in bocca al lupo’), cercheremo di ricavare preziose indicazioni sulle potenzialità del gruppo in allestimento”.

“Sarà fondamentale – continua il tecnico – intercettare da subito chi dimostrerà per impegno e determinazione di volersi meritare l’altissimo onore di difendere la prestigiosa maglia biancorossa della Delegazione provinciale di Savona”.

“Con lo scopo di descrivere, per larghe linee, le finalità e gli obiettivi che si vorrebbero realizzare al termine di ognuna delle tante selezioni giovanili che verranno effettuate – spiega Vaniglia -, proviamo a sottolineare quali benefici dovrebbero ricavare i ragazzi convocati da questo tipo di importante esperienza formativa:
a) senso di appartenenza socio-affettiva ai colori (maglia) che rappresentano la propria Provincia;
b) coesione fra giocatori del gruppo della selezione anche se provenienti da società e culture calcistiche diverse (differenza fra aree geografiche per esempio);
c) possibilità di accelerare i processi di sviluppo delle proprie capacità di controllo ‘nervoso’ (psicologico) di fronte ad impegni di notevole rilievo;
d) possibilità di verificare il proprio senso del fair play soprattutto di fronte a scenari e avversari diversi dal consueto contesto;
e) opportunità di sperimentare le proprie qualità tenendo conto che i compagni e gli avversari rappresentano il meglio del panorama provinciale e regionale;
f) collaudare le proprie capacità di adattamento al criterio operativo del selezionatore e alle sue relative esigenze tecniche;
g) trattenere il più possibile quanto vissuto per riportarlo nella propria sede come esperienza a favore degli altri;
h) nell’eventualità di ottenere brillanti consensi tecnici, qualificazioni di un certo rilievo, o successi in manifestazioni di prestigio, saper distribuire il successo con le altre componenti (dirigenti e tecnici della propria società, compagni, eccetera);
i) la presenza in rappresentativa provinciale resta in definitiva una occasione quanto mai importante per accrescere il grado di interesse esterno verso il proprio profilo calcistico”.

“Probabilmente altri ancora saranno i benefici di una o più convocazioni, resta comunque il fatto – conclude Vaniglia – che l’esperienza, se vissuta positivamente, potrà divenire un eccellente ‘acceleratore’ al processo di evoluzione calcistica e non solo”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.