IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Palazzo Sisto ripensa alla tassa di soggiorno per bilancio 2013: spingono Sel e Prc, no dell’Udc

Savona. Palazzo Sisto ripensa alla tassa di soggiorno per il bilancio previsionale 2013. La proposta era già stata avanzata da Api e ieri, nel vertice di maggioranza del centrosinistra, è stata rilanciata da Sel e Rifondazione, con il sindaco Federico Berruti, l’assessore Luca Martino ed il Pd che stanno ancora valutando.

Il punto cruciale negli equilibri dell’amministrazione comunale è la ferma opposizione dell’Udc, contraria all’introduzione della tassa di soggiorno. Il Comune potrebbe incassare intorno ai 200 mila euro, “oro colato” per arrivare a quel mln di euro a bilancio necessario per welfare, rifiuti ed edilizia sociale, considerati tre punti non “tagliabili” dal documento economico-finanziario: tuttavia bisognerà trovare la quadra dei conti per definire un bilancio che possa iniziare a risolvere i problemi finanziari dell’ente comunale.

Nel corso del dibattito tra le componenti della maggioranza anche la proposta di una tassa per i crocieristi. “Non è possibile per i crocieristi da un punto di vista normativo – ha detto il sindaco Federico Berruti -, inoltre la concessione con Costa Crociere non prevede tassazione sui passeggeri”.

Insomma, la proposta della tassa di soggiorno a Savona potrebbe alimentare ulteriori crepe nella maggioranza di centro sinistra, che bilancio e urbanistica che rimangono questioni irrisolte, senza contare l’inevitabile reazioni delle categorie turistiche e degli albergatori che sono già scesi in piazza una volta per protestare contro l’introduzione dell’imposta.

“E’ presente in altri capoluoghi liguri e verrebbe utilizzata per un bilancio che è più che lacrime e sangue…Risorse statali in pesante diminuzione con ogni assessorato in difficoltà. Inoltre abbiamo visto da altre esperienze amministrative si può applicare in breve tempo, partendo da una delibera del Comune. Per Sel, comunque, non è essenziale la tassa se si troveranno altre strade per recuperare i soldi che mancano” afferma l’assessore Sergio Lugaro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.