Istituto Studi Liguri, ciclo di conferenze sulla storia di Albenga

albenga - palazzo Peloso Cepolla

Albenga. Secondo una ormai consolidata tradizione, la sezione ingauna dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri organizza a partire da sabato prossimo, il consueto ciclo di conferenze sulla storia di Albenga che quest’anno è dedicato al periodo compreso tra la fine del XVIII e gli inizi del XIX secolo.

Il ciclo è intitolato infatti “Dall’ancien régime ai tempi nuovi. La Liguria durante la Repubblica Ligure e l’Impero Francese” e nel corso dei sette incontri previsti cercherà di offrire al pubblico una visione di quei tormentati anni sotto varie prospettive: dalla storia all’economia, dalla marineria alla religione, dall’arte alla letteratura.

Le conferenze, quasi tutte tenute da docenti universitari, si svolgeranno, come d’abitudine, tutti i prossimi sabati fino al 23 marzo, presso la sede dell’Istituto, a palazzo Peloso Cepolla, alle ore 16,30. Il primo incontro, sabato 9 febbraio, sarà dedicato ad Albenga in età napoleonica, nel corso del quale si offrirà un quadro d’insieme delle vicende politiche ed amministrative della città nel passaggio dall’antico regime genovese alla “democratizzazione” imposta dall’ancora generale Bonaparte al suo inserimento nel grande impero napoleonico. Relatore sarà il dottor Riccardo Musso, archivista del comune di Albenga e storico.

I prossimi appuntamenti saranno il 16 febbraio con il professor Paolo Calcagno dell’Università di Genova che parlerà della situazione economica di Albenga e del dipartimento di Montenotte a inizio Ottocento. Il 23, poi, sarà la volta del professor Luca Lo Basso, sempre dell’ateneo genovese, il quale tratterà della guerra di corsa nel Mar Ligure durante gli anni napoleonici.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.