Furti in abitazione, quattro albanesi arrestati dai carabinieri: autori di colpi nel loanese ed in Val Bormida - IVG.it
Cronaca

Furti in abitazione, quattro albanesi arrestati dai carabinieri: autori di colpi nel loanese ed in Val Bormida

carabinieri

Albenga. Sono stati arrestati in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dall’Autorità Giudiziaria di Savona al termine di una specifica attività d’indagine, quattro giovani cittadini albanesi di età compresa tra i 20 ed i 27 anni, ritenuti responsabili di quattro furti in abitazione avvenuti tra il novembre del 2012 ed il gennaio di quest’anno in provincia di Savona. Un’altra operazione dei carabinieri della Compagnia di Albenga che hanno individuato altri responsabili di colpi messi a segno nel territorio savonese.

La “batteria”, composta da incensurati (anche se uno solo regolare sul territorio italiano), domiciliati a Savona, ha perpetrato i reati nella zona del loanese ed in Val Bormida con una modalità classica, che consiste nel forzare la porta d’ingresso della casa in piena notte con la presenza di persone che dormono, e prelevare rapidamente denaro contante e piccoli oggetti e, se possibile, anche delle chiavi dell’autovettura del proprietario dell’immobile che veniva rubata e utilizzata per la fuga.

I militari, nel corso degli accertamenti investigativi, hanno recuperato un’Audi rubata in Val Bormida che era stata abbandonata a Boissano, mentre una seconda vettura, modello Meriva, è stata rintracciata a Savona, non molto distante dall’abitazione dei quattro albanesi.

Gli uomini del Nucleo Operativo della Compagnia di Albenga stavano monitorando da tempo i quattro albanesi e nel corso della nottata sono stati tratti in arresto e trasferiti in carcere a disposizione del magistrato. Secondo quanto appreso la banda si stava pericolosamente allargando, pronta a colpire ancora nelle case del savonese.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.