Feste di carnevale protagoniste del weekend, ma non mancano mostre e spettacolievento

Riviera. Coriandoli, maschere, stelle filanti e pentolaccia. Quello appena iniziato sarà un weekend all’insegna del Carnevale con tanti eventi dedicati ai più piccoli, ma, come di consueto, non mancheranno nemmeno gli appuntamenti per chi ama il teatro, la musica e le mostre.

Per i bambini appuntamenti a Varazze, a Borgo Solaro, con la Festa di carnevale con truccabimbi, rottura delle pentolacce, bolle di sapone, baloonart, baby dance, giochi e dolci (dalle 14); a Finalmarina con “Carnevalday”, una sfilata itinerante con carri allegorici (dalle 14); a Pietra Ligure, nel centro storico, c’è il Carnevale dei bambini con trampolieri, giocolieri ed equilibristi, truccatori, sculture di palloncini, origami, i nuovi Supereroi, disco dj, baby dance e pentolaccia (pomeriggio); a Loano ritrovo invece in piazza Italia per un altro Carnevale dei bambini con musica, giochi, minivolley e dolci (dalle 15): grande festa in maschera anche al Palalassio dove ci saranno giochi gonfiabili, laboratori a tema, animazione, spettacoli e merenda (dalle 15); infine festa di carnevale anche ad Andora con trucca bimbi, giochi di magie, sculture di palloncini, baby dance e pentolaccia (dalle 15).

Ecco invece le proposte per gli amanti del teatro: al Chiabrera di Savona c’è “La vie en rose… chansons”, un balletto in due atti su canzoni di Aznavour, Brel e Edith Piaf con il Balletto di Milano (ore 21); al Teatro don Bosco in scena invece “Na sejanna-a tutta a o contraio”, teatro dialettale con il gruppo don Bosco di Varazze (ore 21, replica domenica ore 16). A Finale invece Daniela Poggi racconterà la storia vera della partigiana Eda (stasera alle 21 all’auditorium di Santa Caterina), staffetta in una formazione di “ribelli” nella bassa bolognese, e dei suoi due fratelli gemelli Antonio e Armando.

Attraverso le parole di Eda Bussolari, staffetta partigiana, si racconteranno la guerra e le vicende che videro protagonisti i due gemelli Antonio e Armando Marzocchi, che con lei divisero buona parte dell’ esistenza. Antonio, comandante partigiano, morì nell’ ottobre del 1944 vittima di una pattuglia di tedeschi e il fratello Armando, anche lui partigiano, non si rassegnò mai alla sua perdita. Per tutta la vita Eda fu al suo fianco, prima durante la Resistenza quando con i Marzocchi fecero parte di una squadra di “ribelli” che avevano scelto di opporsi all’ occupazione nazifascista, poi dopo la Liberazione quando Armando diventò sindaco di Persiceto nella ricostruzione. Il testo interpretato dalla Poggi è stato scritto da Maurizio Garuti, narratore e autore di teatro per Vito e Ivano Marescotti, che ha trasformato in un monologo quella che definisce una “storia di formazione” da lui scoperta nelle sue ricerche. Sul palco anche Desirée Infascelli alla fisarmonica all’ esecuzione di brani composti dalla musicista stessa. La regia, invece, è affidata a Silvio Peroni che con Garuti ha già lavorato nello spettacolo di Vito “Se Garibaldi scende da cavallo”.

Per chi ama le mostre oggi nell’atrio di Palazzo Sisto a Savona taglio del nastro della mostra “Aria di Liguria” che espone dipinti e brani letterari ispirati a “una lingua di terra che orla il mar” a cura della società Dante Alighieri (ore 17, fino al 15 febbraio). Restano visitabili (oggi e domani): alla Pinacoteca Civica di Savona “Forme che curano” (fino al 17 febbraio, lunedì, martedì e mercoledì dalle 9,30 alle 13, giovedì, venerdì e sabato dalle 9,30 alle 13 e dalle 15,30 alle 18,30, domenica dalle 10 alle 13); a Finale al Museo Archeologico la mostra fotografica “Cuba Street Art. L’arte nella vita quotidiana dei cubani” di Ludovica Basso (fino al 3 marzo, ore 9-12 e 14,30-17, chiuso il lunedì); ad Andora, a Palazzo Tagliaferro, la mostra “Taking Care” di Jane McAdam Freud (fino al 5 marzo, giovedì-domenica ore 15-19).

Nel pomeriggio di oggi (sabato) sarà inoltre possibile partecipare a “Le meraviglie dell’universo”, proiezione di documentari di astronomia realizzati dal Gruppo Astrofili Savonese e osservazione del cielo con telescopi (dalle 18 alle 21) presso la palazzina dell’Itis di Savona in via alla Rocca 35; ad Albenga, a Palazzo Peloso Cepolla, alla conferenza “Dall’ancien régime ai tempi nuovi. La Liguria durante la Repubblica Ligure e l’impero francese”, con Riccardo Musso, dell’Istituto internazionale di Studi Liguri sul tema “Albenga ai tempi di Napoleone” (ore 16,30); a Loano alla conferenza sulle Frecce Tricolore con Guido Digiampaolo (ore 16 a Palazzo Doria).

Da segnalare anche il concerto del cantautore genovese Emanuele Dabbono che stasera (sabato) sarà ospite di Pozzo Garitta a partire dalle 21,30 con un concerto live accompagnato dal percussionista Loris Lombardo. La serata si preannuncia come un vero e proprio evento data la versatilità del protagonista che spazierà tra canzoni e poesie. I brani si snoderanno dalle prime ballate d’esordio a due inediti che saranno suonati per la prima volta ad Albissola Marina in omaggio al tempio ligure della canzone d’autore e agli illustri artisti che resero grande il locale.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.