Benedetto XVI lascia, monsignor Lupi: "E' sempre più provato e stanco, schiacciato dall'agenda degli impegni" - IVG.it

Benedetto XVI lascia, monsignor Lupi: “E’ sempre più provato e stanco, schiacciato dall’agenda degli impegni”

papa

Savona. “Il Papa lascia per senso di responsabilità. Lo vediamo sempre più affaticato e stanco, basta guardare il diario delle sue giornate per capire che ha un cumulo di lavoro che anche un trentenne farebbe fatica a sopportare”. Sono le parole del vescovo della diocesi di Savona-Noli, Vittorio Lupi.

Con emozione monsignor Lupi ricorda la visita pastorale nel maggio del 2008, nella giornata in cui Ratzinger venne accolto a Savona con un tripudio, ma ora vede il pontefice schiacciato dagli impegni: “E’ sempre più provato in questi ultimi tempi, le forze lo stanno lasciando”.

Venerdì prossimo i vescovi liguri saranno ricevuti dal papa. “E’ sufficiente pensare a quante udienze tiene il Papa per avere un’idea di come impegni si aggiungano agli impegni. E’ un fatto storico questa decisione, perché è la seconda volta che si ripete in un lasso di millenni; tuttavia a volte la chiesa ha bisogno di un pastore valido che sia in grado di guidarla. Anche con Wojtyla si discuteva di questo. Oggi il Santo Padre ha voluto rendere noto un atto di responsabilità, oberato dalla fatica in un momento in cui gli vengono a mancare le forze” osserva monsignor Lupi.

“E’ proprio per senso di responsabilità che il Santo Padre vuole lasciare – sottolinea il vescovo Lupi – Ho molta fiducia nello Spirito Santo che in ogni epoca storica, anche recente, ci ha aiutato ed ha aiutato la Chiesa ad avere il pontefice più adatto in quel preciso momento. Sarà così anche questa volta”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.