Politica

Alassio, primo giorno con il commissario. Avogadro: “Mai più con il Pd, chi ha tradito risponderà”

Alassio è ora sotto la guida amministrativa del commissario Paolo Ceccarelli. Incaricato dal prefetto Gerardina Basilicata, il funzionario si è insediato questa mattina nel palazzo municipale, incontrando l’ormai ex sindaco Roberto avogadro e i dirigenti dell’ente. Si prospetta un periodo di ordinaria amministrazione sino al voto del 26 e 27 maggio.

Al centro del colloquio tra Ceccarelli e Avogadro soprattutto la situazione economico-finanziaria del Comune. Se dal canto suo il primo cittadino “dimissionato” ha sottolineato la buona salute contabile della casse e il rientro avvenuto nel patto di stabilità, il commissario ha ribadito che il proprio compito è portare avanti l’esercizio ordinario.

“Il commissariamento comporta il blocco delle grandi operazioni e della programmazione – osserva Avogadro – Tutto fermo per la città che si apprestava a varare interventi importanti”.

Manifestazioni estive e depuratore, tanto per fare un esempio, sono argomenti che subiranno i contraccolpi di un’attività amministrativa ridotta giocoforza al lumicino in questa fase di passaggio. “Darò il massimo per Alassio, consapevole che la cittadinanza chiede un clima di serenità dopo le tante polemiche dei mesi scorsi” ha annunciato il commissario Ceccarelli.

Con le dimissioni in blocco di 11 consiglieri, l’esecutivo alassino è stato decapitato rapidamente. Avogadro non maschera la rabbia: “Mai più con il Pd, che ha deluso. Mai più con chi ha tradito provocando un danno gravissimo per la città e per le opere pubbliche. Chi lo ha fatto se ne assumerà la responsabilità di fronte alla cittadinanza”.

“A mente fredda – conclude l’ex sindaco – si potevano trovare benissimo altre soluzioni. Anche se il problema era il sottoscritto, se ne poteva parlare prima di mandare all’aria tutto interrompendo un percorso amministrativo avviato”.

Lo stesso Avogadro si prepara a riaffrontare l’agone elettorale, rafforzando il legame con l’Udc, per il quale ora è candidato parlamentare, e aprendo ad altri settori cittadini con esiti che si prevedono non scontati.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.