Politica

Sgombero vecchina dei colombi, la Lega attacca il Comune: “Doveva agire diversamente”

Savona - sgombero piccioni

Savona. La Lega Nord savonese punta il dito contro l’amministrazione Berruti per lo sgombero della vecchina che, tra piazza Saffi e via Martinengo, alimentava i piccioni dalla sua abitazione. Da Palazzo Sisto la direttiva di agire per la tutela delle condizioni igienico-sanitarie, ma il Carroccio contesta: “Le posizioni divergenti tra il Comune e l’anziana signora riguardante i piccioni, dovevano essere risolte diversamente con un’opera di civile mediazione, peraltro più volte tentata dall’Enpa”.

“L’atteggiamento tenuto dall’amministrazione savonese non solo è palesemente inappropriato, per una istituzione che si reputi civile e rispettosa dei diritti umani, ma chiaramente sproporzionata nella manifestazione di forza espressa, pari solo all’umiliazione inflitta all’anziana donna, per di più ‘condannata’ al trattamento sanitario obbligatorio”. Questa la posizione della Lega e in particolare del Dipartimento “Famiglia, Nuove generazioni, Futuro”.

“Ci si chiede – proseguono i leghisti – cosa possa avvenire dopo, cosa abbia fatto saltare il comune senso del buon gusto, del rispetto e, soprattutto della cortesia verso una persona anziana, giacché nulla giustifica una serie di atti che, se non configuranti appieno, sicuramente rasentano la violenza privata”.

“S’invitano pubblicamente le associazioni di volontariato ed i loro legali a difendere questa persona in balia di una prepotenza oggettivamente immotivata, a presunta tutela di una città che certamente non brilla né per pulizia, né per buona gestione finanziaria, il cui fine ultimo, lo ricordiamo, è quello di garantire servizi al cittadino in pedissequo ai valori della dignità e della salute tutelati dalla nostra carta costituzionale, della quale auspichiamo a breve una rilettura da parte della Giunta: tra le righe potrebbe dedurre che le istituzioni non debbono infierire sui cittadini inermi” conclude la Lega Nord.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.