Altre news

“Ricevute più di 120 contestazioni e 60% dei ricorsi andati a buon fine”: il bilancio dello Sportello del Consumatore Savona

Bolletta Enel

Savona. A pochi giorni dall’inizio del nuovo anno lo Sportello Energia del Movimento Consumatori di Savona è in grado di tracciare un primo bilancio del rapporto tra i consumatori e le società energetiche e delle telecomunicazioni.

“In un anno infatti abbiamo ricevuto oltre 120 contestazioni da parte degli utenti e dei cittadini relativi nella maggior parte dei casi a addebiti di servizi non richiesti e a maggiorazioni di prezzi non giustificate, nè in linea con i contratti sottoscritti. Abbiamo registrato come, nonostante un certo miglioramento del rapporto tra aziende di distribuzione energetica e di telecomunicazioni e clienti, sia ancora molto difficoltoso per i consumatori far valere le proprie ragioni ed i propri diritti. Infatti, se tutte le grandi aziende hanno attivato call center informativi e numeri verdi appositi, alcuni fornitori per l’inoltro dei reclami mettono a disposizione solo cassette postali, obbligando gli utenti ad un aggravio di spese postali per le raccomandate con A/R” spiega Roberto De Cia, portavoce del movimento.

“In molti casi i tempi di risposta agli utenti supera abbondantemente i tempi previsti dall’Autorità di Garanzia peer l’Energia Elettrica ed il Gas. Può servire come esempio, anche se veramente paradossale, il caso della famiglia a cui erroneamente veniva addebitata una fattura maggiorata perchè nella compilazione informatica del contratto la propria casa di residenza risultava 2° casa. Ci abbiamo messo oltre 6 mesi per indurre l’azienda alla correzione e a riconoscere un rimborso di legge all’utente. Altro elemento veramente significativo, che colpisce prevalentemente le persone più anziane è rappresentato dai tentativi di vendita telefonica, spesso gestite da agenzie esterne alle aziende, che senza presentare gli elementi del contratto generale di fornitura, con una semplice registrazione vocale, contrattualizzano l’utente promettendo offerte vantaggiose che poi non si verificano” spiega ancora De Cia.

“Continuamo a consigliare a tutti i consumatori di rifiutare la contrattazione telefonica chiedendo vengano inviati al domicilio via posta gli estremi contrattuali dell’offerta” precisano dal Movimento che ha anche elaborato una serie di utili consigli per non incappare in spiacevoli sorprese: “Rifiutare offerte e contratti per telefono; non ricevere mai a casa agenti o presunti tali, che potrebbero rivelarsi truffatori o peggio; leggere sempre bene i contratti, sopratutto nelle parti relative a Costi, pagamenti, diritto di recesso, garanzie di continuità del servizio e nel dubbio prima di firmare rivolgersi sempre a noi o ad altra associazione di tutela dei consumatori; nel caso dell’energia e del gas effettuare sempre l’autolettura dei contatori per evitare di fare da banca alle imprese con addebiti di consumi presunti troppo alti; utilizzare strumenti per ridurre i consumi delle proprie abitazioni se possibile (lampade led o a basso consumo, elettrodomestici in classe A o B ecc.); non credere mai ad offerte telefoniche che abbattono troppo i prezzi. Spesso nascondono costi accessori inaspettati e non evidenti nel depliant dell’offerta”.

Intanto anche nel 2013 lo Sportello del Consumatore di Savona, continua la propria attività di cosulenza ed aiuto ai consumatori e ai cittadini, anche con il sostegno e l’aiuto di un valido supporto legale. “Piace ricordare che oltre il 60% delle segnalazioni e dei ricorsi che abbiamo presentato sono andati a buon fine, facendo sì che l’utenza abbia potuto far pesare le proprie ragioni verso i colossi dell’energia e delle telecomunicazioni. In Via Giacchero 22/2 presso la sede provinciale dell’Arci a Savona (anche rintracciabili al numero telefonico 019/807494) continueremo la nostra attività dal Lunedì al Venerdì tutte le mattine dalle ore 10 alle ore 13 con la nostra attività di volontariato” conclude De Cia.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.