Rapina alle poste di Cosseria, ore contate per i due ricercati: dal gip i rapinatori già arrestati - IVG.it
Cronaca

Rapina alle poste di Cosseria, ore contate per i due ricercati: dal gip i rapinatori già arrestati

Carabinieri

Cosseria. E’ ancora caccia in tutta la Val Bormida al terzo bandito e ad un complice per la rapina avvenuta ieri mattina, poco prima delle 8:00, all’ufficio postale di Cosseria, un colpo da circa 18 mila euro. Grazie al ritrovamento a Cairo Montenotte del furgone, un Daily di colore bianco, utilizzato dai malviventi per fuggire dalla località valbormidese (decisiva la testimonianza che ha permesso di fornire il numero di targa) i carabinieri hanno già tratto in arresto due dei rapinatori: P.F., 45 anni e P.C., 49 anni, con precedenti per reati contro il patrimonio. Proprio sul mezzo posto sotto sequestro sono proseguiti nella giornata di oggi i rilievi dei carabinieri, alla ricerca di qualche traccia utile alle indagini.

I due arrestati si trovano ora in carcere a Savona a disposizione dell’Autorità Giudiziaria e per la giornata di domani, sabato 12 gennaio, è previsto l’interrogatorio di garanzia per la convalida degli arresti da parte del giudice per le indagini preliminari Donatella Aschero. I due rapinatori, quindi, compariranno davanti al gip del Tribunale: al momento hanno fatto scena muta.

Sul fronte dell’indagine, coordinata dal pm savonese Daniela Pischetola, sarebbero già stati individuati i due ricercati dai carabinieri, anche se massimo resta il riserbo in queste delicate ore investigative. I militari, secondo quanto appreso, avrebbero già raccolto elementi probatori tali da incastrare tutti i quattro componenti della banda. Ore contate, quindi, per i due “fuggitivi”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.