Pd ligure, tavolo di confronto sul turismo: "Settore strategico per la ripresa e per creare nuova occupazione" - IVG.it
Economia

Pd ligure, tavolo di confronto sul turismo: “Settore strategico per la ripresa e per creare nuova occupazione”

Pd ligure, tavolo di confronto sul turismo

Liguria. Il turismo è un settore chiave dell’economia, soprattutto per la Liguria, anche se spesso si tratta di un tema di cui troppo spesso si sente parlare in campagna elettorale, ma viene accantonato subito dopo, soffocato da altre priorità.

“Ma questa volta non sarà così”, garantiscono dal Pd ligure, che questa mattina ha avviato un tavolo di confronto sul turismo al Bibi center di via XX settembre in vista della Conferenza nazionale che si svolgerà il prossimo 27 gennaio.

“Abbiamo interesse come Liguria a portare avanti i progetti relativi al turismo – spiega il segretario regionale del Pd Lorenzo Basso – perché in tutta Italia, ma soprattutto in questa regione il turismo è trainante per l’economia e l’occupazione. In Liguria ci sono più di 75 mila addetti che lavorano nel comparto, che rappresenta una realtà che può contribuire alla ripresa da questa crisi, portando nuova occupazione”.

La crisi del settore ha messo in ginocchio centinaia di piccole aziende, che certamente fanno meno “rumore” delle grandi aziende del comparto industriale: “Sicuramente – dice Basso – le aziende liguri del settore turistico sono piccole aziende, spesso a gestione familiare. Quindi è importante che la politica dia loro voce per la difesa di un comparto che porta economia e ricchezza”.

“Faremo in modo che fin da subito il prossimo governo – aggiunge il responsabile turismo del Pd ligure Arnaldo Buscaglia – auspicando naturalmente la vittoria del premier Bersani, un’azione con provvedimenti urgenti in materia di turismo che è il fattore economico-strategico nazionale per una ripresa immediata dell’economia del nostro Paese. Con tutto il patrimonio di cui disponiamo alcuni provvedimenti, non solo finanziari, possono permettere la ripresa”.

“Il dramma della crisi fra gli operatori del settore è più silenzioso rispetto ad altre realtà e ad altri comparti – prosegue Buscaglia – ma noi come Pd, anche a livello nazionale, studiamo e conosciamo il fenomeno. Sappiamo quali sono le azioni da intraprendere fin da subito  e vogliamo che con il candidato premier ci sia un patto di legislatura sul turismo”.

Tra questi provvedimenti la defiscalizzazione: “Non ci può essere l’Imu per un’impresa turistica che sia proprietaria degli immobili dove lavora e anche la nuova tassa per la spazzatura le Tares deve essere attentamente ponderata per queste imprese. Su queste tasse – conclude l’esponente del Pd – dovrà esserci un’attenzione e un occhio di riguardo nei confronti delle imprese che investono e che danno occupazione”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.