Albenga, all'Ambra secondo appuntamento del teatro per ragazzi - IVG.it

Albenga, all’Ambra secondo appuntamento del teatro per ragazzi

teatro ragazzi

Albenga. Domani, giovedì 17 Gennaio, alle ore 10 presso il Cinema Teatro Ambra, il secondo appuntamento dedicato al teatro per ragazzi, inserito all’interno della Kronostagione Albenga 2012-13 sostenuta da Compagnia di San Paolo, Comune di Albenga, Provincia di Savona e Regione Liguria.

In scena “Io ti racconto”: uno spettacolo prodotto da Onda Teatro che nel 2010 vince il Premio Miglior Spettacolo Giocateatro Torino “Per il coraggio nelle modalità di offrire ad un giovane pubblico tematiche complesse, partendo da una vicenda radicata nel territorio di appartenenza”. Lo spettacolo racconta, nel contesto della storia italiana e internazionale della Seconda Guerra Mondiale, i fatti che, a partire dal settembre 1943, portano alla prima strage degli ebrei in Italia, nella zona del lago Maggiore, a Baveno. La dignità umana calpestata, il silenzio e l’ingiustizia del processo, rivelano una storia poco conosciuta, attraverso un linguaggio scarno, poetico e ironico.

La narrazione, che si rivolge direttamente ai ragazzi, prende avvio dalla poesia Se questo è un uomo di Primo Levi e dalla proiezione di immagini storiche, per avvicinarsi gradualmente alla strage avvenuta sul lago Maggiore in cui tre famiglie in tre giorni e altri civili persero la vita. L’illusione che giustizia possa essere fatta, ventidue anni dopo, al lunghissimo processo di Osnabruk, si spegne di fronte ad una sentenza che prescrive il reato di sterminio.
Assistere a questo spettacolo rappresenta per i ragazzi un’occasione importante per riflettere sui contenuti fondamentali per l’educazione alla cittadinanza e per il riconoscimento dell’altro, attraverso l’invito a ricordare, anche in previsione del fatto che con il passare del tempo i testimoni diretti della storia non ci saranno più.

Una stagione per ragazzi, quella di Kronoteatro, che sa dunque alternare momenti di svago a seri spazi di riflessione, coinvolgendo i più piccoli in percorsi formativi caratterizzati dalla partecipazione attiva e dal divertimento.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.