IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio, Avogadro analizza il 2012: “Patto di stabilità, bilancio e querelle sulle indennità: ‘triplete’ della nostra amministrazione”

Più informazioni su

Alassio. Tempo di bilanci sull’anno appena trascorso anche per il primo cittadino di Alassio Roberto Avogadro che, facendo un’analisi sul 2012 della sua amministrazione, parla di un “triplete” e di un inizio del 2013 “con il botto” per la sua Giunta che “ha inanellato tre importantissimi risultati”.

“Per il secondo anno consecutivo – spiega Avogadro – ha centrato l’obiettivo di stare all’interno del Patto di Stabilità, cosa quest’anno tutt’altro che facile visti gli obiettivi posti dallo Stato all’amministrazione alassina. Dopo aver ereditato dall’amministrazione PDL – Lega nella primavera 2011 un comune in dissesto, un grande risultato ottenuto grazie ad una accorta politica finanziaria”.

“Il secondo importante risultato è arrivato dalla Corte dei Conti che ha archiviati il bilancio comunale 2012 senza nulla eccepire, neppure la pur minima osservazione. Una testimonianza di come l’Ufficio Ragioneria del comune guidato dal suo dirigente Gabriella Gandino abbia lavorato bene coordinato direttamente dal sindaco che ha anche le deleghe al Bilancio, con la supervisione del nuovo Segretari Comunale dottoressa Rosa Puglia” prosegue il sindaco di Alassio.

“Terzo risultato sempre dalla Corte dei Conti che ha archiviato, non trovando nulla da eccepire, la stucchevole querelle messa in piedi strumentalmente da varie parti sul l’entità delle indennità degli amministratori alassini. La Corte dei Conti ha trovato infondate le osservazioni mosse dando ragione a Sindaco e Amministrazione che su questo argomento si sono sempre dichiarati tranquilli sulla bontà della loro posizione. Una ‘triplete’ che per la mia Amministrazione, rinfrancata dall’ingresso in Consiglio Comunale dell’Avvocato Marta Laguardia, è un ottimo trampolino di lancio verso l’anno 2013” conclude Avogadro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Alex

    Siete la vergogna di Alassio e delle Amministrazioni pubbliche. Ora siche il saluto ve lo toglieranno tutti!!

  2. Scritto da Alex

    Ehhhh ????
    Ma stai scherzando ??
    Hai distrutto Alassio e gli alassini.
    Hai buttato nel cesso 400.00. euro per girare la povera via Dante cercando di far chiudere i bar della via cosa che stai ancora cercando di fare con gli Hotel di Corso Europa con la storia del mercato; non hai fatto nulla per il turismo se non dire ai privati che qualcosa si sono inventati che sono bravi. Unica cosa la Festa del PD in piena estate giusto per boicottare le strutture che ad Alassio sono aperte tutto l’anno.
    Il molo è chiuso, Totò fa schifo anche ai piccioni ed hai fatto il triplete??
    Fossi in un Interista mi offenderei!!
    Ma fatti ricoverare che è meglio oppure vai alla Camera promettendo che qui non ci metterai più piede che fai più bella figura…..
    Ma che faccia tosta!!

  3. Scritto da immanuel

    Sembra che stiano giocando una partita Amministrazione-Cittadinanza. loro hanno fatto triplete e tutti noi abbiamo perso. Complimenti!
    Riguardo le indennità non mi importa nulla cosa dice la corte dei conti. Non è stato un atto sensato ed opportuno aumentarvi gli stipendi, considerando il “bel lavoro” che state facendo

  4. Scritto da a.m

    intanto il molo è ancora chiuso,il turismo dov’è? i famosi fuochi di capodanno dove sono finiti ?

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.