Politica

Sel cade a pezzi alla vigilia delle primarie: parte dell’area savonese sosterrà Stefano Quaranta

Sel

Savona. Le avvisaglie relative ad elezioni primarie poco veritiere erano state frequenti. Il sostegno diffuso in favore di Stefano Quaranta era più volte emerso in maniera palese. Il nervosismo delle ultime ore, in tutta la regione, aveva fatto comprendere che non tutto stava andando per il verso giusto, nonostante i portavoce del partito sostenessero il contrario. Oggi la bolla è scoppiata e si è verificata una spaccatura all’interno di Sel.

Alla vigilia delle primarie, per stabilire il nome di chi candidare al Parlamento, viene infatti a mancare la coesione nell’area savonese di Sinistra Ecologia Libertà, con un cambio di fronte dell’ultim’ora.

Alcuni giorni fa, il comitato savonese del partito aveva scelto in via ufficiosa di appoggiare il segretario regionale di Sel in Liguria Stefano Quaranta, oltre all’imperiese Carla Nattero. Un paio di giorni dopo la decisione era stata messa ai voti e l’aveva spuntata Nicola Isetta, impiegato savonese presso la Tirreno Power, per 7 voti a 6. In tale circostanza, era risultato decisivo il voto dello stesso ex sindaco di Quiliano.

Poco fa un gruppo di dirigenti e iscritti a Sel della Provincia di Savona ha reso nota la propria scelta definitiva di sostenere Stefano Quaranta e Carla Nattero.

“Sulla base di una approfondita valutazione degli assetti politici del territorio ligure e delle esigenze di rafforzamento organizzativo ed elaborativo dell’intero partito in Liguria – dichiarano – sosterremo Quaranta e Nattero. Questa scelta non rappresenta uno ‘scisma’ e nemmeno una valutazione negativa degli altri candidati, ma semplicemente l’espressione di una diversa opinione e il mantenimento di un appoggio leale a due compagni verso i quali erano state espresse parole di consenso e sostegno dall’area savonese”.

“Ci auguriamo – proseguono – e lavoreremo affinchè, dopo il voto, siano superate le diversità di opinione e si possa ritrovare la necessaria unità e solidarietà interna per affrontare le prossime sfide dalle elezioni politiche al rilancio del progetto originale di Sel, vale a dire la realizzazione di un soggetto di sinistra che assicuri riferimento e rappresentanza per il mondo del lavoro, per la tutela dei diritti di cittadinanza di tutti e di ciascuno, per la protezione dell’ambiente e del territorio”.

Riccardo Badino, Bruno Larice, Mirco Principato, Rosanna Lavagna, Elena Giardini, Luigina Casara e Marinella Piccardo sono i firmatari del comunicato che hanno fatto sapere di aver deciso di non sostenere Nicola Isetta. Qualunque sarà l’esito del voto di domani, peraltro ormai quasi scontato, terminate le primarie sarà difficile per il partito fronteggiare inevitabili conseguenze quali scissioni.

I candidati in Liguria sono tre uomini e tre donne, rappresentativi delle quattro province: Silvia De Bonis, Antonella Franciosi, Maurizio Fortugno, Nicola Isetta, Carla Nattero e Stefano Quaranta.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.