Sport

Savona, tre giorni di grande pallanuoto tra Coppa Italia e Supercoppa. Mistrangelo: “Eventi di valore assoluto”

RariVsPartizan-9

Savona. Nel giro di tre giorni, due trofei della pallanuoto saranno assegnati nella stessa piscina. Succederà a Savona, dove, alla Zanelli, domenica sera sarà proclamata la squadra che si aggiudicherà la Coppa Italia e mercoledì sera sarà incoronata la vincitrice della Supercoppa europea.

Tocca a Claudio Mistrangelo, dirigente della Rari Nantes Savona, presentare il doppio evento che la società biancorossa è riuscita a portare nella propria città. “Ci sono state stagioni nelle quali ci sono stati tanti appuntamenti importanti, ma così ravvicinati no – sottolinea Mistrangelo -. Sicuramente noi focalizziamo la nostra attenzione sulla Supercoppa, perché è un trofeo internazionale, ma siamo molto contenti anche di ospitare la Coppa Italia. Oltre alla semifinale tra Savona e Posillipo, successivamente ci sarà l’altra semifinale tra Brescia e Recco che potrebbe prefigurare la conquista per il titolo italiano di quest’anno”.

Il nuovo impianto e le capacità organizzative della società di corso Colombo hanno portato le federazioni a scegliere Savona per queste due finali. “Di certo è un premio per la società – dice Mistrangelo -. Riusciamo ancora a proporre un evento di valore europeo per Savona. Ci sembra che questo sia il nostro compito e questo continueremo a fare, anche se registriamo sempre più fatica. Onestamente quest’anno non pensavamo di fare la Supercoppa perché sembrava che non ci fosse nemmeno un contendente e invece c’è. Inoltre non pensavamo di arrivare alla semifinale di Coppa Italia e tantomeno di organizzarla. Poter offrire in pochi giorni due eventi così, che hanno valore sportivo assoluto indipendentemente dalla popolarità della pallanuoto ci sembra un grosso risultato”.

In occasione della Supercoppa, si terrà anche il sorteggio delle semifinali della Len Euro Cup, che vedono ancora in corsa Rari Nantes Savona, Rari Nantes Florentia, Radnicki Kragujevac e Debrecen. “Noi avremmo un’idea di quale sarebbe il sorteggio fortunato – confessa Mistrangelo – ma non la diciamo per motivi di correttezza e anche di scaramanzia. Se dovessimo guadagnare una finale, cosa che vedo molto difficile, sarebbe un qualcosa di impensato all’inizio della manifestazione”.

Savona ha risposto alla grande in occasione della partita di World League della nazionale, ma durante la stagione, molte volte, alla Zanelli si contano pochi spettatori. “Servirà l’aiuto del pubblico – afferma Mistrangelo -. Quest’anno abbiamo registrato una flessione. Speriamo che almeno a questi due eventi venga gente. Quando viene vedo che si appassiona e si diverte. Quest’anno il prezzo per la Coppa Italia è stato ridotto e un biglietto darà la possibilità di vedere due partite, quindi dal punto di vista economico mi sembra una buona offerta”.

Cosa potrà fare la Blu Shelf Carisa in questo doppio appuntamento? “Ho detto che siamo abbastanza sorpresi di essere qua, quindi vuol dire che ha già fatto tanto. In Coppa Italia la Rari può conquistare la finale. In tal caso, sarebbe poi una partita aperta. Per quanto riguarda la Supercoppa, di recente il Recco ha avuto una flessione perché i suoi ragazzi sono stati impegnati su vari fronti, però mi sembra una finale meno chiusa di quella dell’anno scorso con il Partizan. E poi – conclude – la Rari di quest’anno ci ha abbastanza sorpreso…”.

La final four di Coppa Italia avrà inizio sabato 8 dicembre alle ore 19 con la partita tra Savona e Posillipo; alle 20,30 si affronteranno Pro Recco e Brescia. Domenica 9 dicembre alle ore 17,30 la finale per il terzo posto; alle 19 la finale per il titolo. La finale di Supercoppa europea si giocherà nella serata di mercoledì 12 dicembre.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.