Savona aderisce alla petizione popolare per le persone non autosufficienti - IVG.it
Altre news

Savona aderisce alla petizione popolare per le persone non autosufficienti

palazzo sisto

Savona. Il Comune di Savona, attraverso il settore Politiche Sociali ed Educative, ha approvato l’adesione alla petizione popolare per il finanziamento dei L.E.A. (Livelli Essenziali di Assistenza) per le persone non autosufficienti.

Premesso che con il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 29 novembre 2001, si affermava che il Servizio sanitario sociale e i Comuni sono obbligati a garantire non solo le prestazioni domiciliari, ma anche altri servizi per le persone non autosufficienti, si è assistito negli ultimi anni ad una contrazione da parte dello Stato alla copertura finanziaria delle risorse necessarie per garantire su tutto il territorio nazionale dei Lea a capo sia del Fondo sanitario nazionale ma anche del Fondo sociale unico a favore dei comuni che dovrebbe comprendere il fondo per le non autosufficienze, nonché i finanziamenti statali destinati agli stessi Comuni per le altre prestazione di loro competenza.

Al fine di sollecitare i parlamentari della Camera dei Deputati e del Senato si è costituito un comitato presieduto dalla Fondazione Promozione Sociale onlus, con sede a Torino 10124 in Via Artisti 36, che insieme a moltissime altre associazioni si è posto l’obiettivo di raccogliere le firme dei cittadini italiani attraverso una petizione popolare di richiesta di interventi urgenti per assicurare la copertura finanziaria dei servizi previsti dai Lea per le persone con handicap invalidanti, gli anziani malati cronici non autosufficienti, i soggetti colpiti da morbo di Alzheimer o da altre forme di demenza senile, i pazienti psichiatrici.

Il Comune di Savona, tenuto conto anche del buon livello di servizi dedicati a questo tema ritiene di aderire all’iniziativa in modo da poter attivare la raccolta delle firme.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.