IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Santuario dei cetacei, quasi raddoppiati gli avvistamenti: ricerca a bordo delle navi Corsica Ferries

Savona. Mediterraneo sempre più ricco di cetacei. È questo il dato più incoraggiante del quinto anno di lavoro sul progetto internazionale per il monitoraggio dei cetacei, con il coordinamento di ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) e la partecipazione di Fondazione CIMA (Centro Internazionale in Monitoraggio Ambientale), Accademia del Leviatano, Università di Pisa e Corsica Sardinia Ferries.

A bordo delle navi gialle, lungo le rotte Savona-Bastia, Nizza-Calvi, Livorno-Bastia e Livorno- Golfo Aranci, i ricercatori, a chiusura della stagione estiva, hanno registrato un trend in continua crescita dal 2008. Nel Santuario dei cetacei il tasso d’incontro degli esemplari è costantemente cresciuto: da 1,6 avvistamenti per ora nel 2008 fino a 3 avvistamenti all’ora nell’estate 2012. Anche il numero complessivo di avvistamenti è aumentato superando i 600 avvistamenti durante l’estate 2012.

Corsica Sardinia Ferries, sin dal 1989, propone, soprattutto alle scuole, corsi di educazione ambientale a bordo. La facilità di avvistamento e la professionalità del gruppo di lavoro richiama, inoltre, sempre più osservatori, studenti e ricercatori provenienti da ogni parte del mondo (Cina, Argentina, Spagna, Inghilterra, Portogallo e Stati Uniti) che salgono sulle navi di Corsica Sardinia Ferries per lo studio della megafauna pelagica del Mediterraneo.

Rotta Nizza-Calvi
Su questa rotta, che è la più occidentale di quelle monitorate, quest’anno si è registrato il numero più alto di avvistamenti dal 2008: ben 340 di cui la metà costituiti da balenottere comuni.

Rotta Savona-Bastia
Anche lungo questa rotta centrale si è registrato un numero elevato di avvistamenti. In particolare è cresciuto il numero di avvistamenti di balenottere: 40 individui durante l’estate 2012 contro i 6 dell’anno precedente.

Rotta Livorno-Bastia
Questa si conferma la tratta ideale per il monitoraggio delle specie di delfini ed in particolare dei tursiopi dell’arcipelago toscano. Sono stati avvistati anche quest’anno circa una decina di branchi, in linea con quanto osservato negli anni precedenti.

Rotta Livorno-Golfo Aranci
È la rotta più orientale e viene monitorata solo dal 2011: in quest’area il numero di avvistamenti è aumentato notevolmente rispetto all’anno precedente: 96 avvistamenti di cetacei contro i 61 dell’anno precedente, tra cui tursiopi, balenottere e capodogli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.