IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Primarie Pd: Anna Giacobbe e Franco Vazio raccolgono il maggior numero di preferenze

Savona. E’ terminato poco fa lo spoglio delle schede relative alle elezioni primarie del Partito democratico relative ai candidati parlamentari, tenutesi nella giornata odierna. Secondo le previsioni dei sondaggisti, appare certo che il più votato andrà a sedersi in Parlamento. Probabile, ma dipenderà da quanti voti prenderà il Pd, che ce la faccia anche il secondo nome espresso dal territorio savonese.

La prima candidata prescelta a Savona e provincia è Anna Giacobbe. Ha ottenuto 2845 voti. Forte di una lunga esperienza all’interno della Cgil e sostenuta dal vicesindaco Livio Di Tullio, ha posto la salvaguardia del lavoro e la giustizia sociale tra i temi al centro del suo impegno politico.

Il secondo candidato più votato è risultato Franco Vazio. Anch’egli, quindi, troverà spazio nelle liste e potrà ambire ad un posto in Parlamento. L’ex vicesindaco di Albenga, puntando sul rilancio del turismo e la tutela dell’economia agricola, ha raccolto 2338 preferenze. Al suo fianco si erano schierati Massimo Zunino, Mauro Righello, Luca Martino, Giovanni Lunardon e Michele Boffa.

Terza posizione per Marco Russo con 1762 preferenze. Il consigliere provinciale, appoggiato dall’assessore comunale di Savona Isabella Sorgini, aveva raccolto anche l’appoggio dichiarato del Consiglio di Palazzo Nervi. Aveva indicato quale sua priorità la ricostruzione del tessuto morale ed economico dell’Italia.

Sono stati 1383 gli elettori che hanno premiato Monica Nigro. Medico e consigliere del Pd, aveva trovato sostegno da parte del sindaco Federico Berruti e dei “Renziani”. Scuola, cultura, lavoro e ambiente erano stati i suoi cavalli di battaglia.

“Siamo molto soddisfatti per com’è andata la giornata – dichiarano dalla segreteria del Pd savonese -. L’affluenza è stata molto buona, oltre le nostre previsioni che erano state molto prudenti considerando che si votava in una data particolare, il 29 dicembre. Quasi il 50% di coloro che si erano recati alle urne per il primo turno, è tornato per esprimere la propria preferenza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.