Madonna degli Angeli: continua la mobilitazione per l’antica chiesetta savonese sul Monte Ornato, che sarà illuminata

Savona. Prosegue la mobilitazione per la Chiesetta della Madonna degli Angeli. Per quanto riguarda il numero ufficiale delle firme nell’ambito della campagna nazionale “I Luoghi del Cuore” bisogna attendere la comunicazione finale del F.A.I., ma gli organizzatori, l’Associazione Genitori Parco delle Nazioni che insieme al F.A.I. Delegazione di Savona e con il Patrocinio della Città di Savona stanno lavorando al progetto, parlano di quasi 11.500 preferenze raccolte tra firme cartacee, cartoline e voti on line tutti dedicati alla Madonna degli Angeli.
Ieri, giovedì 6 dicembre 2012, gli instancabili volontari savonesi che hanno seguito e promosso l’iniziativa hanno inviato alla sede nazionale del F.A.I. a Milano un raccoglitore con tutta la documentazione storica e recente. Sarà un ulteriore elemento fondamentale, al di là dei voti, quando la Commissione valuterà il progetto di restauro. Altra notizia, salvo imprevisti, è quella che riguarda l’illuminazione della chiesa, come ricordano le volontarie e i volontari dell’Associazione Genitori Parco delle Nazioni che da mesi si occupano di questo progetto: “La sera dell’Immacolata, sabato 8 dicembre 2012, con la collaborazione della protezione civile e dell’associazione degli alpini A.N.A. illumineremo nuovamente la Madonna degli Angeli. Speriamo che tanti savonesi, all’imbrunire, rivolgano il loro sguardo verso quel piccolo edificio che da oltre quattro secoli è testimone silenzioso e amorevole della nostra città”.
l’iniziativa, lo ricordiamo, è volta alla mobilitazione per inserire Madonna degli Angeli, chiesetta costruita dal frate cappuccino Giò Ambrogio Pavese nel 1596, nella campagna nazionale dei Luoghi del Cuore, il 6° censimento nazionale dei luoghi da non dimenticare, in modo da poter usufruire di un contributo per sviluppare il progetto di recupero e restauro.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.