Fiamme in una baracca del presepe vivente di Segno, il sindaco Caviglia: “Speriamo di non iniziare un altro anno all'insegna degli incendi” - IVG.it

Fiamme in una baracca del presepe vivente di Segno, il sindaco Caviglia: “Speriamo di non iniziare un altro anno all’insegna degli incendi”

Vado. “Per fortuna si tratta di un incendio circoscritto, sono stato questa mattina sul posto e l’episodio non pregiudicherà il presepe vivente”. Commenta così il sindaco di Vado Ligure, Attilio Caviglia, raggiunto al telefono da IVG. It il rogo divampato questa mattina intorno alle 7.30 in una baracca facente parte del presepe vivente della frazione di Segno, quella che ospitava il forno e alcune statuine. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e l’opera di spegnimento si è conclusa dopo circa un’ora, seguita poi da bonifica e smassamento. Il lavoro da parte della squadra dei pompieri ha scongiurato l’incendio dell’altra baracca attigua (il “mulino”) che ha subìto solo danni parziali alla copertura.

“Sono in corso indagini da parte della polizia e dei vigili dei fuoco, purtroppo nessuna ipotesi è esclusa nemmeno quella dolosa, prosegue Caviglia, soprattutto perché le fiamme sono divampate in un punto nevralgico della zona, nelle strette vicinanze di un boschetto”.

E’ ancora vivo il ricordo dello scorso anno quando proprio alla vigilia di Natale un incendio distrusse trecento ettari di bosco nelle frazioni di Segno, Sant’Ermete, San Genesio e valla di Vado: “Mi auguro di non iniziare il nuovo anno con episodi del genere – conclude il sindaco – Il Comune di Vado viene da un anno di profonda sofferenza sul piano economico e occupazionale, l’augurio per il 2013 è che il lavoro svolto insieme alla Provincia e alla Regione dia i suoi frutti a partire dal mese di febbraio”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.